A Villa Politi convegno sulla figura di Christiane Reimann e la sua donazione

Siracusa. La città di Siracusa ha avuto l’onore di ospitare fino al giorno della sua morte, avvenuta il 16 Aprile 1979, la sig.ra Christiane Reimann che, nata a Copenaghen, ha vissuto a lungo e chiuso la sua vicenda terrena nella nostra città che tanto amò da donare ai suoi cittadini il patrimonio acquisito durante la sua permanenza a Siracusa.

Parte integrante di questa eredità è la villa sita in Siracusa,via Necropoli Grotticelle, con annesso giardino storico e completa dotazione artistica di quadri, ceramiche, preziosi, arredi nonché una biblioteca di oltre 1500 libri.

La storia della villa e del giardino è strettamente connessa alla sua proprietaria Christiane Reimann, 

donna indipendente ed emancipata, attiva e tenace, filantropa e poliglotta, segretaria generale del Congresso Internazionale degli Infermieri con sede a Ginevra, che trasferitasi in una terra del Sud estranea e distante per origine ne rimase stregata fino ad eleggerla a patria di adozione.

La Reimann si occuperà personalmente della sistemazione del giardino al cui interno scoprì una necropoli greca che riportò alla luce e che insieme ad alcune tombe bizantine ed alla presenza delle Latomie del Carratore conferiscono un aspetto particolare a tutto il Parco.

Nel tempo, con alterne vicende, le Amministrazioni del Comune di Siracusa si sono occupate del lascito provvedendo a piccoli restauri della villa, degli arredi e al ripristino dell’agrumeto. In seguito il lascito fu, con delibera comunale, affidato all’Istituto di Studi Siracusani-Villa Reimann che lo ha gestito per diverso tempo ma che è stato commissariato nel 2004 ed oggi non è in grado di gestire tutto il patrimonio del lascito. La stessa scarsa attenzione dimostrata dalle Amministrazioni che si sono susseguite ha consentito il degrado della proprietà con evidente violazione delle volontà testamentarie della donatrice.

La Società Siracusana di Storia Patria, la Sezione Italia Nostra di Siracusa, Legambiente, Amnesty International, Cittadinanza Attiva, il Centro Antiviolenza La Nereide, la Circoscrizione Comunale “Neapolis” (nel cui territorio ricade lo stabile con il giardino), il movimento cittadino “Giovani per Siracusa” hanno più volte sollecitato il Comune di Siracusa perchè si ponga mano alla rinascita della villa, con un restauro radicale dell’immobile e con un recupero specialistico del giardino esotico, che consenta di avviare un’opportuna valorizzazione finalizzata a svolgervi le attività culturali di rango universitario espressamente indicate nel testamento della munifica donatrice.

Save Villa Reimann, costituita raggruppando diverse Associazioni e Cittadini, da tempo cerca di sensibilizzare l’Ente comunale a rispettare le volontà testamentarie della Reimann. Con insistenza e caparbietà è riuscita a portare all’odg della Politica cittadina le vicende del Patrimonio e la grande figura internazionale della nostra concittadina.

Proprio per divulgare i vari aspetti della generosa figura della Reimann il Gruppo Save Villa Reimann ha organizzato, per venerdì 6 marzo, un convegno che si svolgerà nella prestigiosa cornice del Gran Hotel Villa Politi dove la Reimann ha spesso soggiornato fin dal suo primo arrivo a Siracusa.

Save Villa Reimann ha avuto modo di coinvolgere scrittrici e giornalisti stranieri e ha consultato parte dell’immenso archivio epistolare lasciatoci dalla Reimann per tracciare una biografia quanto più attendibile che, non appena completata, avremmo intenzione di pubblicare.

Gli interventi programmati hanno lo scopo di far conoscere Cristiane Reimann, il suo rapporto con la città e i personaggi del tempo e le sue passioni per la natura e l’archeologia.

Marcello Lo Iacono avrà il compito di tracciare brevemente la genesi di SAVE Villa Reimann e le sue finalità.

Lucia Acerra, oltre a fare da moderatrice all’incontro, offrirà alcune considerazioni sulla esperienza di Italia Nostra nella gestione del giardino Esotico di Villa Reimann.

Francesco Maria Atanasio, del Direttivo della Società Siracusana di Storia Patria e membro del neoletto Comitato dei Garanti, illustrerà i punti salienti del testamento Reimann e la funzione del Comitato de Garanti.

Alessandro Maiolino, Presidente del Comitato “I Giovani per Siracusa” relazionerà sul rispetto e la fruizione del patrimonio Reimann, problema sollevato dal suo gruppo da diversi anni.

Tiziana Genovese, consigliera dell’IPASVI (collegio infermieri professionali di Siracusa) parlerà del loro interessamento per Christiane Reimann, figura di spicco nel campo infermieristico internazionale.

Bice Basile, Soprintendente ai BB.CC. di Siracusa, affronterà un altro aspetto degli interessi di Christine Reimann, l’archeologia e l’amore per la natura.

Corrado Piccione ci comunicherà alcuni dei suoi ricordi personali su Christiane Reimann di cui era avvocato, amico e confidente. Frutto di questo rapporto fu infatti la decisione della Reimann di donare il suo patrimonio alla città di Siracusa.

Altre iniziative culturali sono state programmate per evidenziare l’interesse di Save Villa Reimann ad attuare le volontà testamentarie della donatrice, come: completare lo studio in corso delle numerose tombe presenti nel Parco e provvedere al restauro del gazebo in legno, simbolo stesso della Villa.

CONDIVIDI