Scattano le manette per 4 marocchini accusati di rissa e stato di ubriachezza

Siracusa. Sarebbero banali i motivi alla base di una rissa nata fra quattro persone d’origine marocchina, a Cassibile. Sono stati i Carabinieri della locale Stazione a mettere le manette ai polsi di polsi di Khalid Hannane 38 anni, Jamail Mouhaddar, 27 anni, Lahcen Baghoul, 31 anni e Mohamed Moulane, 34 anni.
Era durante uno specifico servizio di controllo del territorio che i militari dell’Arma venivano allertati da alcuni passanti che comunicavano loro di una zuffa in corso tra più persone. Pare i quattro soggetti marocchini non se le mandassero di certo a dire e gli animi erano abbastanza animati anche quando arrivavano le forze dell’ordine. Futili motivi alla base del litigio che sarebbe degenerato, secondo le 

ricostruzioni, a causa dell’abuso di sostanze alcoliche. Fatto è che i quattro marocchini hanno cominciato a darsele di santa ragione e la pattuglia dei Carabinieri, recatasi sul posto della rissa, ha dovuto sudare le classiche sette camicie per dividere i contendenti. Alla fine, però, i militari sono riusciti a bloccare i quattro marocchini, impedendo che la situazione degenerasse. Una volta separati, i quattro marocchini sono stati arrestati con l’accusa di rissa aggravata dai futili motivi e stato di ubriachezza. Condotti ai domiciliari, i quattro litiganti a breve dovrebbero comparire dinanzi al Giudice delle indagini preliminari per la convalida dell’arresto.

F.G.

CONDIVIDI