La squadra di Gigi Rudilosso si è aggiudicata il titolo regionale

Siracusa. Albatro Siracusa regina di Sicilia under 14. La squadra di Gigi Rudilosso si è aggiudicata il titolo regionale, battendo in semifinale il Girgenti ed in finale il Kelona. Al PalaLobello, davanti a 300 spettatori, la compagine bianconera ha disputato due ottime partite, prevalendo con merito sulle avversarie.
Contro il Kelona, avvio equilibrato con l’Albatro due volte in vantaggio e due volte ripreso dai ragazzi di Aragona, che si portano avanti con Artale (2-4). Il numero 11 ospite è tra i più ispirati dei suoi e realizza anche la quinta rete palermitana. Immediata la reazione dei locali: Rakkez e Santoro segnano due reti ciascuno, poi va in gol Argentino su rigore ed il punteggio è di 8-5. Nobile chiude la porta con interventi prodigiosi sottolineati dagli applausi del pubblico e 

consente agli aretusei di mantenere il vantaggio, anche se, sull’11-8 un rigore di Artale ed un gol di Alieri riportano a meno 1 i palermitani. Argentino però firma il più 2. All’intervallo Albatro 12 Kelona 8.
In apertura di ripresa gli arancioni trovano il pareggio, ma Argentino su rigore riporta sopra nel punteggio i locali. La gara è entusiasmante e vede le due squadre continuare a rincorrersi nel punteggio. Sul 18-18, break dell’Albatro, che realizza quattro gol di fila con Rakkez, Sortino, Argentino e Zito, ma Artale e Alieri tengono a galla i palermitani. Nuova fuga degli aretusei con le reti di Santoro, Giuffrida e Sortino (25-22). Stavolta è il break decisivo e l’Albatro conquista il titolo regionale under 14.

Albatro Siracusa 27 – Kelona Palermo 24  (primo tempo 12-10)

Albatro Teamnetwork Siracusa: Nobile, Rakkez O., Argentino 7, Giuffrida 3, Santoro, Sortino 4, Rakkez S. 8, Zito 1, Accolla, Fontana, Rubino, Santoro M. 4, Bufardeci, Laudani. All. Rudilosso-Ragusa.

Kelona: Alieri 4, Artale 14, Battaglia, Castorina, Cinquegrani, Guardì, Lauricella, Meschi, Pola 2, Sciumè, Sclafani, Spoto 1, Testa 3, Guggino. All. Aragona.

Arbitri: Manzella e Piechota

 

TABELLINO FINALE 3°-4° POSTO

Avola 27 – Girgenti 17 (primo tempo 15-6)

Avola: Amato, Antonuccio 1, Bianca 1, Bombaci, Campisi 3, Cassarisi, Cusi 5, Dugo 4, Migliore 1, Munafò 8, Parentignoti, Ramponi 1, Randazzo 2, Tiralongo 1. All. Garofalo.

Girgenti: Mantigi 2, Taormina, Cumbo 5, De Caro 2, Gelo 3, Ouassif 1, Salustro 1, Sciascia, Tahiri 3, Vella. All. Gelo.

Arbitri: Manzella e Piechota

Poco più di un allenamento per l’Avola, che batte con dieci gol di scarto il Girgenti e conclude la manifestazione al terzo posto.

 

TABELLINO PRIMA SEMIFINALE

Albatro Siracusa 37 – Girgenti 14 (primo tempo 20-7)

Albatro Teamnetwork Siracusa: Nobile, Rakkez O., Argentino 2, Giuffrida 9, Santoro 6, Sortino 10, Rakkez S. 2, Zito 4, Accolla, Fontana, Rubino 1, Santoro M. 1, Bufardeci 2, Laudani. All. Rudilosso-Ragusa.

Girgenti: Mantigi 4, Taormina, Cumbo 1, De Caro 6, Gelo, Ouassif, Salustro 1, Sciascia, Tahiri 2, Vella. All. Gelo.

Arbitri: Manzella e Piechota

Vittoria comoda per l’Albatro nella prima semifinale. Tutto facile per i ragazzi allenati dalla coppia Rudilosso-Ragusa, che hanno costruito il successo sfruttando soprattutto le ripartenze. Netta comunque la differenza di valori con il Girgenti, sotto di 13 reti già all’intervallo. Nel secondo tempo Rakkez ha preso il posto di Nobile tra i pali, subendo lo stesso numero di reti (7 appena) del compagno. Spazio anche al piccolo Marco Santoro, che ha realizzato la trentunesima rete dell’incontro, salutata dagli scroscianti applausi del PalaLobello. Albatro di un altro pianeta rispetto agli agrigentini.

 

TABELLINO SECONDA SEMIFINALE

Kelona 21 – Avola 19 (primo tempo 12-11)

Kelona: Alieri 2, Artale 9, Battaglia, Castorina, Cinquegrani, Guardì, Lauricella 2, Meschi, Pola 4, Sciumè, Sclafani, Spoto, Testa 3, Guggino 1. All. Aragona.

Avola: Amato, Antonuccio, Bianca 1, Bombaci, Campisi 3, Cassarisi, Cusi 4, Dugo 1, Migliore, Munafò 2, Parentignoti 1, Ramponi 1, Randazzo 6, Tiralongo. All. Garofalo.

Arbitri: Manzella e Piechota.

Partita intensa e combattuta. Nei minuti iniziali Avola in vantaggio, poi break di 4-0 del Kelona che, però, sul 6-4, si fa raggiungere. Nuovo break palermitano di 6-1 (12-7) e nuova rimonta dei biancorossi, che chiudono sotto di un gol il primo tempo. Emozioni ed equilibrio anche nella ripresa con spunto finale del Kelona, che si impone con due gol di scarto.

CONDIVIDI