Libero il pachinese accusato di stalking e incendio doloso

Siracusa. In data odierna il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Siracusa, Michele Consiglio ha accolto la richiesta di revoca della misura cautelare degli arresti domiciliari che era stata disposta a danno di Massimo Vizzini, di anni 42, facendo seguito a una conforme richiesta del difensore avvocato Giuseppe Gurrieri.
Il pachinese Massimo Vizzini era stato tratto in arresto su richiesta del pubblico ministero dott. Nitti che aveva raccolto la notizia di reato trasmessa dal Commissariato di P. S. di Pachino in relazione a numerosi episodi di stalking e di due distinti episodi di danneggiamento a mezzo incendio doloso tutti presuntivamente commessi dal Vizzini a danno della convivente.
Il Gip Consiglio, malgrado il

contrario parere del pubblico ministero, ha ritenuto cessate le esigenze cautelari che hanno originariamente condotto all’applicazione della misura cautelare e reputato sussistenti le condizioni per l’accoglimento della richiesta del difensore.

CONDIVIDI