Minaccia e cerca di spillare soldi alla madre: in carcere il rapinatore

Siracusa. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Siracusa hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di tentata estorsione, Federico Fayer, 30enne siracusano con precedenti di polizia, arrestato pochi giorni addietro per la rapina aggravata perpetrata ai danni di un uomo intento a prelevare 50 euro al bancomat e per tale motivo sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso l’abitazione della madre. Proprio all’interno dell’appartamento è cominciata la vicenda poi conclusasi con l’arresto del giovane. Intorno alle ore 13, Fayer ha cominciato a chiedere con insistenza 50 euro alla madre e, dinanzi al suo diniego, ha cominciato ad andare in escandescenza minacciandola di morte e rompendo numerosi complementi 

d’arredo e vetri, in parte anche lanciati addosso alla genitrice, riuscita però ad evitarli ed a divincolarsi raggiungendo l’esterno dell’edificio. Il timido tentativo di rincorrerla si è fermato sull’uscio di ingresso dal momento che i Carabinieri erano già prontamente intervenuti ed il giovane è stato fermato ed accompagnato presso gli uffici di Viale Tica. In casa i militari dell’Arma hanno anche rinvenuto un coltello con la lama intrisa di stupefacente, verosimilmente del tipo hashish, e varie cartine, segno di un consumo di sostanza probabilmente alla base della richiesta di elargizione di denaro rivolta alla madre. Al termine delle formalità di rito, Fayer è stato associato presso la Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

CONDIVIDI