Noto, alla guida della moto c’era il ferito e non il giovane deceduto

Noto. Colpo di scena sull’incidente mortale costato la vita a un diciannovenne. Il ferito, anche lui di 19 anni, aveva riferito agli agenti del Commissariato di Noto che alla guida della moto schiantatasi contro un muro di cinta si trovava il coetaneo morto per gravissime lesioni riportate. Le immagini riprese dalle telecamere del sistema di videosorveglianza hanno smentito il diciannovenne M.N., residente a Pachino. Alla guida della moto si trovava il sopravvissuto, quindi il pachinese tuttora ricoverato all’ospedale di Avola, e non lo sfortunato suo coetaneo. Per l’incidente stradale, avvenuto la sera del 29 novembre sulla strada statale 115, all’altezza della Traversa Zupparda, gli agenti della Polizia di Stato in servizio al Commissariato di Noto, hanno denunciato M.N. per il reato di omicidio colposo.

 

CONDIVIDI