Caso Fiera del Sud: tranne a Rita Frontino e Alfredo Sapienza attenuate le misure alla Gibilisco e al Venezia

Siracusa. giudici del Tribunale di Siracusa (presidente Livia Rollo; a latere, Antonella Coniglio e Andrea Palmeri) allo scadere dei cinque giorni, hanno depositato l’ordinanza in cui sono evidenziate le decisioni adottate sulla revoca delle misure cautelare (del carcere per Concetta Rita Frontino; agli arresti domiciliari per Rosa Gibilisco, Alfredo Sapienza e Davide Venezia) a seguito delle richieste avanzate dagli avvocati Mario Fiaccavento e Alberto Gullino per la Frontino, Maria Spurio per Davide Venezia, Corrado Adernò per Rosa Gibilisco e nel proprio interesse dal rivenditore di auto usate Alfredo Sapienza, che ha sostituito il proprio difensore di fiducia, avvocato Antonio Meduri, assente per altri impegni professionali all’udienza svoltasi lo scorso 5 novembre.
Il Collegio ha attenuato le misure cautelari a Rosa Gibilisco e Davide Venezia, mentre ha lasciato immutate le misure coercitive applicate dal Giudic e delle indagini preliminari Anna Pappalardo all’imprenditrice Concetta Rita Frontino e al commerciante di auto usate Alfredo Sapienza. Alla signora Rosa Gibilisco, assistita dall’avvocato Corrado Adernò, i giudici hanno revocato gli arresti domiciliari sostituendoli con la misura dell’obbligo di firma presso la polizia giudiziaria. Per quanto riguarda Davide Venezia, difeso dall’avvocato Maria Spurio, il Collegio ha dato all’indagato l’autorizzazione a lasciare la propria abitazione per recarsi a lavorare nell’attività commerciale del fratello. Davide Venezia potrà uscire sia la mattina che il pomeriggio, ma dal momento che smette di lavorare (per la pausa pranzo e fino all’ora di riapertura del negozio ubicato a Floridia) dovrà fare rientro nella sua abitazione in quanto è sempre in vigore la misura cautelare degli arresti domiciliari che gli ha applicato il Gip Anna Pappalardo. Lo stesso discorso vale per il pomeriggio e la sera fino all’orario in cui il negozio verrà chiuso. Quando la giornata lavorativa finirà Davide Venezia dovrà rincasare e non potrà più uscire fino all’indomani mattina, quando appunto dovrà recarsi al lavoro.
Mano dura dei giudici nei confronti della titolare della Fiera del Sud, Concetta Rita Frontino, alla quale è stata rigettata per l’ennesima volta la revoca della misura della custodia in carcere che nella seconda decade del mese di luglio gli venne applicata dal Giudice delle indagini preliminari Anna Pappalardo. L’imprenditrice dovrà rimanere ospite della Casa Circondariale di Piazza Lanza di Catania e sperare che il 15 dicembre prossimo la Suprema Corte di Cassazione accolta la sua richiesta di scarcerazione.
Pollice verso anche per l’autosalonista Alfredo Sapienza, cui i giudici hanno rigettato la richiesta di attenuazione della misura cautelare degli arresti domiciliari. A prescindere che non sia stato il suo difensore di fiducia, avvocato Antonio Meduri, a scrivere e presentare l’istanza di revoca degli arresti domiciliari e di sostituirli con una misura meno afflittiva, il Collegio è entrato nel merito dei capi d’imputazione che vengono contestato al commerciante Alfredo Sapienza e ha detto che non è cambiato assolutamente nulla rispetto alla seconda decade di luglio scorso allorquando il Gip Anna Pappalardo, accogliendo la conforme richiesta del Pubblico Ministero Davide Lucignani, dispose nei suoi confronti la misura degli arresti domiciliari in quanto accusato di una ipotesi di bancarotta fraudolenta in concorso con Rita Frontino, nonchè di reati di natura fiscale.
Per Concetta Rita Frontino e Alfredo Sapienza è prevalso l’orientamento di avversione alla revoca delle misure coercitive cui i due sono tuttora sottoposti, che ha manifestato il Pubblico Ministero Davide Lucignani il quale ha ricordato al Tribunale che i due imputati debbono restare la Frontino in carcere e il Sapienza agli arresti domiciliari poichè, secondo il suo punto di vista, sono socialmente pericolosi. Ad onor del vero il magistrato della Procura aveva definito socialmente pericolosi anche Rosa Gibilisco e Davide Venezia, ma questa volta il Collegio giudicante non ha condiviso la sua opinione tant’è vero che ha scarcerato Rosa Gibilisco e autorizzato Davide Venezia a uscire di casa per parecchie ore, tutte quelle che al floridiano occorreranno per onorare il contratto di lavoro stipulato con il proprio fratello.
Lunedì prossimo 19 novembre, i giudici scioglieranno la riserva su tutte le eccezioni preliminari sollevate dai difensori di Concetta Rita Frontino in particolar modo.

CONDIVIDI