“Archimede il bambino di Siracusa”, autore Stefano Romita, presentato alla fiera di Roma

Roma. “Archimede il bambino di Siracusa”, il libro scritto da Stefano Romita per il museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa, è stato presentato in anteprima alla fiera di Roma, nell’ambito di Rome Museum Exhibition.
La prima edizione della manifestazione sui musei, sui luoghi e sulle destinazioni culturali – a cui ha partecipato il museo siracusano assieme a quello internazionale delle macchine di Leonardo da Vinci Firenze di Gabriele Niccolai – si è rivelata una straordinaria opportunità di scambio e confronto con altri addetti ai lavori e con un pubblico di appassionati dei due geni, Archimede e Leonardo, e più in generale della scienza e dell’arte. Ma la tre giorni romana, per il Museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa, ha rappresentato ancora una volta l’occasione per puntare i fari su Archimede, unanimamente considerato il più grande matematico e scienziato di tutti i tempi ma forse non ancora troppo conosciuto.
«Con questo libro – ha detto l’autore Stefano Romita – ho voluto raccontare un Archimede nuovo, inedito. Per questo mi sono soffermato molto sull’infanzia e la giovinezza del genio aretuseo, cercando di intuire cosa pensa un ragazzo, mentre cresce, della sua genialità. Come la imbriglia, come la espone, come la esporta. “Archimede il bambino di Siracusa” – ha concluso Stefano Romita – adesso comincia un lungo viaggio per essere presentato nelle librerie di tutta Italia e poi sarà tradotto in inglese e distribuito in tutte le librerie e i bookshop dei musei d’Italia e d’Europa».
«Essere presenti in una manifestazione così prestigiosa come Rome Museum Exhibition – ha detto Maria Gabriella Capizzi, responsabile del Museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa – mi riempie d’orgoglio. E non poteva esserci occasione migliore per presentare il libro di Stefano Romita, “Archimede il bambino di Siracusa”, un sogno che si avvera. Il museo di via Mirabella, nel cuore di Ortigia, non vuole infatti essere soltanto uno spazio espositivo ma un contenitore dove nascono e vengono accolte tantissime idee».
Alla presentazione del libro hanno partecipato anche l’editore Francesco Palombi e il responsabile del museo internazionale delle macchine di Leonardo da Vinci Firenze, Gabriele Niccolai, i quali hanno evidenziato come “Archimede il bambino di Siracusa” sia un libro adatto a tutte le età. Alcuni brani del libro sono stati letti dall’attrice e doppiatrice Paola Del Bosco.

CONDIVIDI