Siracusa Si Differenzia chiude la pagina Facebook e il suo sito web. I saluti di Aretusa alla cittadinanza

Siracusa. Lettera alla cittadinanza da Siracusa Si Differenzia. “Mi hanno attribuito un ruolo per entrare in contatto con voi in maniera diretta e, quale vostra “concittadina”, sono stata, con grande onore, testimonial per “Siracusa Si Differenzia” di questo percorso verso un traguardo virtuoso di civiltà che aveva ancora parecchia strada e ostacoli da superare. Non è stato semplice avviare la Città al nuovo servizio di igiene urbana con sistema di Raccolta Differenziata Porta a Porta, ma ci siamo adoperati sempre al meglio, per dare quanto spettava e per sopperire laddove si è reso necessario, anche oltre il nostro dovere. Abbiamo comunicato con migliaia di voi quotidianamente; abbiamo attivato tutti i canali utili e necessari per divulgare la voce della correttezza in tema ambientale; abbiamo pubblicato migliaia di notizie e post su testate giornalistiche e social; vi abbiamo coinvolto con affissioni e manifesti in giro per la città; abbiamo incontrato ogni categoria di cittadini, non ultimi gli alunni delle scuole aretusee, affinché potessimo “seminare educazione per raccogliere innovazione” (riprendendo uno degli slogan più gettonati dell’ampia campagna di comunicazione attuata). Abbiamo considerato la comunicazione come un vero e proprio atto sociale, in cui gli attori coinvolti potessero dialogare e partecipare alla costruzione di un “senso di appartenenza” legato all’ambiente e alla Raccolta Differenziata, divenuto ormai, peraltro, obbligo di legge. Abbiamo cercato di contrastare la crescente barbarie di quella parte di evasori Ta.Ri. (ancora oggi sconosciuti) che ha disseminato discariche urbane a cielo aperto, di fronteggiare critiche e accuse purtroppo spesso fondate sulla non conoscenza di retroscena e motivazioni indipendenti sia dalla nostra volontà, sia dalla volontà dell’azienda IGM Rifiuti Industriali. Scardinare, nella mente e nell’azione di tutti, decenni di gestione indifferenziata dei rifiuti con modalità di raccolta a cassonetto, ha rappresentato una enorme sfida, anche sul piano culturale, insuperabile senza una capillare azione informativa, comunicativa, educativa e formativa.
Questa è la breve sintesi di circa un anno di Differenziata a Siracusa, città “difficile” per tanti aspetti, per la quale ci siamo spesi con un grande senso di responsabilità – ahimè, spesso non riconosciuto sia da chi non ha consapevolezza delle difficoltà insite in un progetto così importante e complesso da espletare, sia da chi strumentalmente ha preferito non ascoltare e/o collaborare. Ce l’abbiamo messa davvero tutta, con spirito di iniziativa e voglia di arrivare a ognuno di voi. Sicuramente non siamo stati perfetti, ma abbiamo lavorato con dedizione per costruire una coscienza civica e una rotta comune per una migliore qualità della vita e per lo sviluppo della città. Siamo felici di aver partecipato e contribuito a questo importante “inizio” e ci dispiace non aver potuto completare la nostra opera per portare Siracusa al progresso che merita. Nostro malgrado, alla luce della situazione attuale, dalla prossima settimana siamo costretti a chiudere la pagina Facebook e il sito dedicati a questo grande progetto che, dopo un lungo periodo di semina, iniziava a dare i suoi primi importanti risultati, sia in percentuali di raccolta differenziata raggiunta (quasi il 30%), sia, soprattutto, in termini di cambiamento culturale. Nel congedarci, il team saluta ognuno di voi, ringraziando chi ha collaborato al progresso e sperando che chi non lo abbia fatto possa impegnarsi prossimamente, per il bene di tutti. Arrivederci a tutti dalla vostra Aretusa e da Siracusa Si Differenzia”.

CONDIVIDI