“Corruzione al Palazzo di giustizia”: attori per un giorno giudici, avvocati e cancellieri

Noto. Sabato 12 gennaio, alle ore 21, al Teatro comunale di Noto, sarà messa in scena la rappresentazione “Corruzione al Palazzo di giustizia” ispirato al dramma scritto nel 1944 da Ugo Betti. Il cast è composto da magistrati, avvocati, cancellieri in servizio sia al Tribunale di Siracusa che al Palazzo di giustizia di Catania. Due in particolare i giudici che si cimentano come attori: il giudice presso la Corte d’Appelo di Catania, Michele Consiglio, nelle vesti di presidente di una giuria e il giudice delle indagini preliminari Andrea Migneco, nei panni del grande inquisitore. La regia è affidata all’avvocato Glauco Reale.
Con “Corruzione al Palazzo di Giustizia”, la compagnia di attori per un giorno, intende portare sulla scena il dramma di Ugo Betti ma introducendo fatti di grandissima attualità che hanno visto protagonista in negrativo la Procura della Repubblica di Siracusa e alcuni rappresentanti della classe forenze. Sullo sfondo richieggiano le inchieste “Veleni in Procura” e “Sistema Siracusa”, in seguito alle quali sono stati condannati un procuratore capo e due sostituti procuratori e hanno visto indagati due noti avvocati, ora divenuti collaboratori di giustizia e principali accusatori di giudici amministrativi in servizio a Palermo e Roma.
Ingresso gratuito e accesso libero a grandi e piccoli. I promotori della rappresentazione teatrale invitano gli avvocati del Foro di Siracusa e i magistrati in servizio al Palazzo di Giustizia di Viale Santa Panagia di non mancare all’evento teatrale.

CONDIVIDI