Ha patteggiato un anno e tre mesi il pregiudicato che deteneva in casa 44 grammi di cocaina

Siracusa. Lo scorso 6 settembre, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Siracusa hanno tratto in arresto il pregiudicato Gianfranco Vasile, 52 anni, poichè nella sua abitazione avevano rinvenuto rinvenuto 44,4 grammi di cocaina, cinque bilancini di precisione e delle bustine di cellophane per il confezionamento delle dosi. Questa mattina, 11 gennaio, Gianfranco Vasile, assistito dall’avvocato Junio Celesti, è comparso innanzi al Giudice Monocratico Nicoletta Rusconi, ha patteggiato la pena di un anno e tre mesi di reclusione. La proposta di applicazione della pena a richiesta delle parti era stata elaborata e concordata tra il difensore del Vasile e il Pubblico Ministero Andrea Parodi. L’accordo raggiunto tra l’avvocato Junio Celesti e il sostituto procuratore Andrea Parodi è stato portato al vaglio del Giudice Monocratico Rusconi, che, dopo aver ritenuto congrua la pemna che intendeva accollarso Gianfranco Vasile, ha pronunciato la sentenza di applicazione pena a richiesta delle parti.
Gianfranco Vasile aveva reso piena confessione sull’accusa che gli veniva contestata innanzi al Giudice delle indagini preliminari Carmen Scapellato, all’udienza di convalida dell’arresto. Il Gip in quella occasione applicò a Gianfranco Vasile la misura cautelare degli arresti domiciliari, tuttora in vigore.

CONDIVIDI