Tenta di darsi fuoco ma non evita nè lo sfratto nè la denuncia per minaccia ai poliziotti del 113

Siracusa. Sfiorato il dramma in un appartamento di Viale Teracati, dove l’affittante si rifiutava di abbandonarlo nonostante il decreto di sfratto divenuto definitivo. L’uomo, S. T., 59 anni, alle 9 di ieri mattina, 10 gennaio, appena l’ufficiale giudiziario gli ha notificato il provvedimento di sfratto, è andato in escandescenze. Vista la resistenza dell’uomo, l’ufficiale giudiziario ha telefonato al 113 e in viale Teracati è stata inviata una Volante. I poliziotti, in considerazione che la procedura di sfratto andava avanti da parecchi mesi, hanno invitato il cinquantanovenne ad obbedire al provvedimento di sfratto emesso dal giudice ma tutti i tentativi di persuasione sono naufragati miseramnente. In preda ad un attacco di rabbia, improvvisamente, l’uomo ha raggiunto un monolocale esterno all’abitazione dove ha prelevato una bottiglia piena di benzina. Poi, tolto il tappo, si è cosparso il liquido infiammabile addosso e preso un accendino ha minacciato di darsi fuoco. A quel punto i poliziotti si sono scagliati contro l’uomo ingaggiando con lo stesso una violenta colluttazione nel tentativo di togliergli dalle mani sia la bottiglia ancora contenente benzina sia l’accendino. Il momento peggiore si è registrato quando il cinquantanovenne è riuscito a versare un pò di benzina sui due poliziotti e ha cercato di azionare l’accendino. Fortunatamente, non è riuscito nel suo intento autolesionistico: i poliziotti sono, infatti, riusciti a bloccargli mano impedendogli di azionare l’accendino. Una volta ridotto all’impotenza, il cinquantanovenne è stato consegnato al personale del 118 per farlo condurre al Pronto Soccorso dell’ospedale Umberto I, dove è stato ricoverato. Gli agenti hanno, quindi, accompagnato fuori dall’abitazione la moglie e il figlio, che si erano rifugiati in una stanza quando il capofamiglia era andato in escandescenze e, prima di mettere la casa a disposizione dell’ufficiale giudiziario, hanno effettuato una perquisizione nel corso della quale hanno trovato un paio di forbice e un revolver a salve, marca Bruni New 380 L e 79 cartucce calibro 380.
L’affittante è stato denunciato in stato di libertà per minaccia grave e tentate lesioni a pubblico ufficiale.

CONDIVIDI