Inflitti 3 anni alla casalinga che deteneva sei chili e 800 grammi di “erba” e un chilo di “fumo”

Siracusa. Ha chiesto di essere giudicata con rito abbreviato la casalinga Concetta Orvieto, 28 anni, accusata di detenzione illegale di sei chilogrammi di marijuana e di un chilo di hashish. Accolta la richiesta, il Giudice delle indagini preliminari Carmen Scapellato ha dato la parola al Pubblico Ministero Francesca Eva per illustrare la requisitoria e avanzare le sue richieste nei confronti dell’imputata. Il rappresentante della pubblica accusa si è battuto per l’affermazione della penale responsabilità di Concetta Orvieto e, al termine della requisitoria, ha chiesto la sua condanna alla pena di tre anni e sei mesi di reclusione. Subito dopo ha preso la parola il difensore della donna, qui comparsa in stato di libertà, avvocato Junio Celesti che, non potendo confutare il ritrovamento degli ingenti quantitativi di marijuana e di “fumo”, rinvenuti dagli agenti della Polizia di Stato il 30 marzo dello scorso, ha chiesto al Gup di condannare al minimo della pena la sua cliente.
A conclusione della camera di consiglio, il Gup Carmen Scappelato è ritornata in aula e ha dato lettura del dispositivo della sentenza. Concetta Orvieto è stata riconosciuta colpevole dei reati a lei ascritti ed è stata condannata alla pena detentiva di anni tre di reclusione.
L’arresto di Concetta Orvieto avvenne il 30 marzo dell’anno scorso. Gli agenti della Polizia di Stato effettuarono una perquisizione nell’abitazione della casalinga e rinvennero sei chili e ottocento grammi di marijuana e un chilo di hashish. La donna venne tratta in arresto e posta ai domiciliari. A distanza di sei mesi dall’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, la casalinga con l’hobby di circondarsi dentro casa di un numero imprecisato di confezioni di droga e di panetti di marijuana e di hashish si è vista revocare quella iniziale misura coercitiva con quella meno afflittiva dell’obbligo di dimora. La decisione di restituire alla libertà la signora Concetta Orvieto è stata presa dal Giudice delle indagini preliminari Carmen Scapellato, che ha ha accolto la richiesta de difensore dell’arrestata, avvocato Junio Celesti. La donna non poteva allontanarsi dal comune di Siracusa e la sera doveva rincasare al calar del sole. La misura cautelare successivamente è stata revocata, e la signora Concetta Orvieto è stata giudicata in stato di libertà.

CONDIVIDI