Nella giornata mondiale della radio, il Rettore del Santuario fa gli auguri a Radio Maria

Siracusa. Mentre ricorre, oggi, l’ottava edizione del World Radio Day, la Giornata Mondiale della Radio, sul tema “Dialogo, Tolleranza e Pace”, con viva riconoscenza, il Santuario ricorda il famoso Radiomessaggio del 17 ottobre del 1954, con il quale il venerabile Papa Pio XII pose l’interrogativo sulla Lacrimazione della Madonna a Siracusa: “Comprenderanno gli uomini l’arcano linguaggio di quelle lacrime?”.
La Radio ha la forza di costruire ponti di umanità e di preghiera, così come da anni fanno tante emittente radiofoniche, aprendo al dialogo, alla tolleranza e all’edificazione della pace tra i popoli. Il nostro Santuario – dichiara Aurelio Russo, Rettore della Basilica – è grato a Radio Maria che divulga con grande generosità il messaggio del Santo Vangelo, permettendo a milioni di persone – in particolare ad ammalati, anziani, carcerati e a persone sole – di pregare ed essere uniti sotto la benedizione e la protezione materna della Madonna. Grazie allo Studio Mobile di Siracusa, nell’ultimo anno si sono intensificate le dirette radiofoniche da diverse parrocchie dell’Arcidiocesi di Siracusa. Cogliamo l’occasione per dare notizia delle trasmissioni del mese di febbraio dalla nostra Arcidiocesi di Siracusa: – lunedì 18 febbraio, a partire dalle ore 7,30, in diretta dalla Casa del Pianto di Via degli Orti, saranno trasmesso il Santo Rosario, le Lodi mattutine e a seguire la celebrazione Eucaristica. – Sabato 23 febbraio, a partire dalle ore 16,15, in diretta dalla Parrocchia San Paolo Apostolo in Siracusa, saranno trasmessi il Santo Rosario, i Vespri e a seguire la celebrazione Eucaristica”.

CONDIVIDI