A Villa Reimann firmato l’accordo tra il Consorzio Archimede e l’Università Kore di Enna

Siracusa. Il Consorzio universitario Archimede e l’Università Kore di Enna hanno sottoscritto stasera, a villa Rerimann, un accordo-quadro per l’apertura in città di una sede di rappresentanza dell’ateneo per attività al servizio degli studenti siracusani iscritti o che si intendano iscrivere. L’accordo, a decorrere dall’anno accademico in corso, avrà durata di tre anni accademici ed è rinnovabile tacitamente per altri tre. A frmare l’intesa sono stati i presidenti dei due enti, Silvano La Rosa e Cataldo Salerno, davanti al sindaco, Francesco Italia, e all’assessore alla Cultura e all’Università, Fabio Granata. Presenti anche il deputato regionale Giovanni Cafeo e la preside della facoltà di Studi classici, linguistici e della formazione della Kore, Mariella Muscarà. L’obiettivo è di frenare l’emorragia di studenti siracusani e siciliani fuori dalla regione ma anche ampliare l’oferta formativa puntando sulla qualità e guardando alle professioni del futuro. La sede di rappresentanza sarà a villa Reimann, sfruttando la dependance e l’ex casa del custode, che saranno così recuperate, decisione per la quale la Giunta nei giorni scorsi ha già deliberato la modifca dell’accordo tra il Comune e il Consorzio Archimede. Per il sindaco, Francesco Italia, si tratta di “un’iniziativa lungimirante che ci aiuterà a combattere la desertifcazioni culturale che rischiamo con il trasferimento delle giovani risorse che rappresentano il nostro futuro. La strada – ha aggiunto il sindaco Italia – è il potenziamento dell’oferta formativa e culturale, ma questo percorso ci deve servire anche a valorizzare ed ampliare le eccellenze già presenti. Sarebbe interessante mettere queste esperienze in rete e dotarle di una regia comune immaginando verso dove andare”. Il sindaco si è anche detto compiaciuto dei passi avanti compiuti nella salvaguardia e nel recupero di villa Reimann grazie al Consorzio universitario e ai volontari dell’associazione Save villa Reimann. Il primo evento frutto di questa collaborazione sarà l’organizzazione di un convegno con i massimi esperti nel campo dei dialogo vocale tra uomo e macchine dotate di intelligence artifciale. L’annuncio è stato dal presidente della Kore ricordando che uno dei migliori scienziati al mondo in questo campo, Marco Siniscalchi, è palermitano ed insegna proprio ad Enna. “Stiamo avviando un percorso nuovo – ha aggiunto Salerno – e gli inizi non saranno semplici, ma la nostra esperienza di università giovane dimostra che con l’impegno si può arrivare lontano. I numeri in nostro possesso ci dicono che gli studenti dell’area siracusana sono circa 1.500, più quelli dell’area del sudest, e questo ci riempie di nuove responsabilità. Il nostro lavoro è rivolto principalmente agli studenti puntando sulla qualità, sui servizi e sull’organizzazione con l’obiettivo di intercettare, assieme alla altre università siciliane, un numero crescente di giovani che ogni anno vanno negli atenei del centro-nord”. Per l’assessore Granata, “questo accordo si inserisce in quel percorso di rinascita di villa Reimann, non solo materiale ma anche immateriale, attraverso la presenza universitaria in questo sito. La speranza – ha proseguito Granata – è che già dal prossimo anno, con le summer school e con i master, si possa porre la prima pietra per una maggiore tutela della villa da raforzare 1 ulteriormente in futuro con l’istituzione di nuovi corsi di laurea, sui quali però è ancora presto pronunciarsi”. Soddisfatto dell’accordo anche il presidente del Consorzio Archimede, Silvano La Rosa, che ha evidenziato come l’intesa si muova nel solco del lascito testamentario di Christiane Reimann, che aveva pensato proprio a una destinazione universitaria per la sua villa.

CONDIVIDI