Al Mègara lezioni per il rispetto dell’ambiente: “Se la biodiversità vive, viviamo anche noi”

Augusta. Il Liceo Mègara, sotto la guida del dirigente scolastico Renato Santoro, ha organizzato un incontro con le classi, per formare la coscienza delle nuove generazioni alla salvaguardia dell’ambiente. L’incontro è stato coordinato dalla docente di scienze, Jessica Di Venuta, la quale, attraverso la proiezione di immagini, spot e video, ha tenuto una lezione interattiva, preceduta dalla docente di matematica Rita Pàncari, che ha proposto la visione di filmati nelle classi incentrati sul fenomeno in generale del cambiamento del clima e sulla figura di Greta Thunberg, la sedicenne attivista svedese, nota per le sue manifestazioni pacifiche tenute davanti al parlamento svedese, a Stoccolma. “Attraverso la conoscenza del territorio creiamo un legame affettivo nei suoi confronti, noi amiamo ciò che conosciamo “ ha sottolineato la professoressa Di Venuta, che, attraverso la scuola e come presidente della sezione cittadina di Italia Nostra, si è fatta promotrice in più occasioni di progetti legati alla conoscenza del territorio. “Se la biodiversità vive, viviamo anche noi” . I profondi cambiamenti che l’uomo ha prodotto sul territorio attraverso il disboscamento, l’inquinamento, la cementificazione, solo per citarne alcuni, hanno compromesso l’equilibrio della natura. Per dirla con papa Bergoglio” tra i doveri particolarmente impellenti oggi vi è il prendersi cura della nostra Terra”. La referente per la comunicazione, Francesca Solano, docente di filosofia, ha citato il filosofo tedesco-statunitense Hans Jonas che, nella sua “Filosofia della natura”, ha esortato: «Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un’autentica vita umana sulla terra» , un imperativo categorico che rappresenta uno dei cardini di promozione per un’etica della responsabilità, cui nessuno, né le vecchie né le nuove generazioni, può sottrarsi.
D.C.

CONDIVIDI