Domenica 5 Maggio la Festa delle Oasi e delle Riserve Lipu alle Saline di Priolo Gargallo

Priolo Gargallo. Un invito ad ammirare la bellezza di ciò che ci circonda, liberando lo sguardo dallo smartphone per sperimentare dal vivo una conoscenza più autentica della natura e aiutare la Lipu a rafforzare la tutela di tante specie animali e vegetali.
L’appuntamento è per domenica 5 maggio con la Festa delle oasi e della riserve gestite dalla Lipu: dalla storica Riserva naturale Crava Morozzo, in Piemonte (la prima a essere istituita, nel 1979) attraverso lo stivale fino a Saline di Priolo, in Sicilia, e l’Oasi di Carloforte, in Sardegna.
25 strutture in gran parte zone umide ma anche aree costiere, boschi e colline che proporranno un vasto programma di iniziative adatto a tutti.
L’invito della Lipu è invece quello di immergersi nella freschezza della primavera, lontani per un giorno dagli schermi dei cellulari e dalla vita caotica e rumorosa delle città per ammirare l’ambiente naturale e i suoi preziosi, speciali, abitanti, grazie ai tantissimi capanni di osservazione, camminamenti e sentieri.
Saranno fino a 300 le specie di uccelli visibili, tra cui aironi, rapaci e limicoli come l’airone cenerino, il fenicottero, il fraticello, il cavaliere d’Italia, oltre a un’estesissima varietà animali e vegetali.
Ma il 5 maggio sarà anche un’ottima occasione per festeggiare il 40esimo compleanno della direttiva Uccelli, tema portante della 54esima Assemblea della Lipu che si svolgerà a Milano dal 16 al 18 maggio (programma su www.lipu.it). La direttiva Uccelli è lo strumento più importante di cui disponiamo (assieme alla direttiva Habitat) per proteggere gli uccelli e i loro habitat. Ed è proprio grazie a questa normativa che oggi possiamo ammirare tanta naturale bellezza.
La Riserva Saline di Priolo in collaborazione con l’Associazione “Rifugio d’Arte” ha organizzato un’estemporanea di pittura dal titolo “Vivo e Dipingo i ritmi lenti della Natura”.
L’appuntamento per gli artisti è alle ore 10:00 presso l’ingresso principale della Riserva.
I visitatori dell’area protetta potranno osservare i pittori, posizionati lungo i sentieri, intenti a dar vita al loro quadro.
Contemporaneamente, lo staff ed i volontari della riserva effettueranno due visite guidate alla scoperta dei Fenicotteri: alle ore 11:00 con partenza dal casotto d’ingresso; alle ore 15:30 con partenza dal casotto d’ingresso.
La primavera è il momento migliore per osservare i mille colori della natura; momento ideale per sentire i diversi canti degli uccelli, impegnati nella cova e nella crescita dei pulcini appena nati.

CONDIVIDI