Nel marsupio teneva un coltello a serramanico: pachinese bloccato dalle guardie giurate del Tribunale

Siracusa. Era atteso dal giudice per la causa di divorzio ma, quando è entrato al Palazzo di Giustizia, è stato bloccato dalle guardie giurate poichè il metaldetector aveva segnalato la presenza di un coltello a serramanico che l’uomo custodiva dentro il marsupio legato alla vita. La guardia giurata, di servizio al metaldetector, si è accorta della presenza del coltello e ha intimato l’alt al visitatore, un uomo di 47 anni, residente a Pachino, che ha fatto il fintotonto dicendosi sorpreso per l’energico invito a fermarsi e attendere che una guardia lo perquisisse. Nel contempo, una collega della guardia addetta al metaldetector ha telefonato al 112 e pochi minuti dopo al Palazzo di Giustizia di Viale Santa Panagia è arrivata una pattiuglia dei Carabinieri che ha preso in consegna il pachinese e il coltello a serramanico. L’uomo è stato identificato e poi condotto negli uffici dell’Arma dove è stato redatto il verbale di sequestro del coltello a serramanico. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà per detenzione illegale e porto in luogo pubblico di arma da taglio.

CONDIVIDI