Pachino, l’agricoltore sorpreso a innescare focolai d’incendio denunciato a piede libero

Pachino. I Carabinieri della Stazione di Pachino hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Siracusa un 65enne, agricoltore, di Pachino, sorpreso dai militari operanti nell’intento di innescare diversi focolai in un terreno lungo la s.p. 21 Pachino-Portopalo. Si è appreso che a sorprendere in flagranza il piromane sono stati i militari della Guardia Costiera in servizio a Portopalo di Capo Passero. I quali, dopo aver bloccato l’anziano agricoltore e spento i focolai d’incendio, lo hanno consegnato ai Carabinieri. I quali, a causa del ripetersi di diversi incendi nel tratto di strada provinciale, hanno intensificato le attività informative e di riscontro, predisponendo un mirato servizio che si prefiggeva l’obiettivo di individuare il piromane che appiccava il fuoco nelle campagne lungo la strada provinciale 21, Pachino-Portopalo. Certo, i Carabinieri si auguravano di prenderlo loro il piromane. Ed, invece, la fortuna ha baciato i militari della Capitaneria di Porto di Portopalo che, durante un servizio di controllo, hanno notato il fumo di un rogo appena acceso. Immediatamente i militari si sono diretti nella zona da dove proveniva il fumo e hanno sorpreso l’anziano agricoltore.
L’incendio è stato appiccato tramite diversi focolai ai margini della Strada Provinciale 21, dove è presente molta vegetazione estremamente infiammabile. Detta area è limitrofa a un’area boschiva di macchia mediterranea e altre essenze.
Dopo aver individuato e bloccato il piromane i militari della Guardia Costiera hanno proceduto anche alle operazioni di spegnimento dell’incendio che si stava propagando con molta facilità tra le sterpaglie, complici le temperature elevate e la fitta vegetazione. E, completate queste operazioni, hanno accompagnato alla caserma dei Carabinieri il piromane.
All’interno dell’autovettura dell’anziano agricoltore, sono stati rinvenuti 2 contenitori in plastica contenenti 3 litri circa di benzina. I contenitori ed il liquido infiammabile venivano sottoposti a sequestro e trattenuti presso gli uffici della Stazione Carabinieri di Pachino in attesa di essere versati all’ufficio corpi di reato.
Il soggetto, è stato quindi condotto in caserma per i rilievi e gli atti di rito e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria informata dagli operanti, è stato deferito in stato di libertà.
L’operazione svolta si inserisce in un più ampio quadro operativo attivato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Siracusa per le attività di prevenzione e di contrasto al fenomeno degli incendi boschivi sia con l’attuazione di specifici dispositivi di prevenzione in specifiche aree sia con l’intensificazione dei controlli sul rispetto delle norme regionali e comunali concernenti gli obblighi di pulizia dei terreni che interessano sia gli enti proprietari delle reti viarie, sia i privati e i gestori di strutture turistiche le cui proprietà sono limitrofe con dette reti viarie.

CONDIVIDI