Aiuto cuoco rinchiuso nel carcere di Cavadonna per svariate truffe commesse in provincia di Torino

Siracusa. Nel corso della mattinata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Siracusa Principale, in esecuzione di un provvedimento di aggravamento di misura cautelare dagli arresti domiciliari alla detenzione in carcere emesso dal Tribunale di Torino, hanno tratto in arresto Luigi Tullo, 40 anni, originario di Cerignola (FG) ma residente a Siracusa, aiuto cuoco e pregiudicato. Luigi Tollo, già sottoposto agli arresti domiciliari poiché ritenuto responsabile di svariate truffe, nel periodo aprile-maggio 2019 si è reso responsabile di analoghi ed ulteriori reati di truffe effettuati con le stesse modalità, ossia contattando le vittime al telefono e facendosi accreditare somme in denaro su carte ricaricabili a lui intestate tramite artifizi e raggiri. L’arrestato, accompagnato presso i locali della Compagnia Carabinieri per le formalità di rito, è stato poi condotto presso il carcere “Cavadonna” così come disposto dalla stessa Autorità Giudiziaria che ha firmato il provvedimento coercitivo contro l’aiuto cuoco Luigi Tollo.

CONDIVIDI