Orfini (PD): “Impedire lo sbarco dei naufraghi non è solo un’offesa alla Guardia Costiera, è un reato”

Augusta. Sul caso della nave Gregoretti è intervenuto l’ex ministro ai Trasporti, Graziano Delrio, attualmente capogruppo del PD alla Camera, affermando: “La legge del mare è chiara. Gli accordi internazionali sottoscritti dall’Italia anche: salvare vite umane è un obbligo. Salvini la smetta con le sue ricette disumane e faccia il suo dovere: sbarcare immediatamente i naufraghi della Gregoretti e fare accordi in Ue per ricollocamenti”. Anche il deputato del Pd, Matteo OrfinI ha affermato che “Impedire lo sbarco dei naufraghi della Gregoretti non è solo un’offesa alla Guardia Costiera italiana e ai migranti, è un reato. Esattamente come per la Diciotti, si tratta di sequestro di persona. E tutto il governo ne è responsabile”.
Nicola Fratoianni, di Sinistra italiana, attacca: “Mi aspetto che nelle prossime ore i ministri Salvini e Toninelli siano trattati per quello che sono, e cioè ministri che violano le leggi del nostro Paese e le norme internazionali, che sequestrano di fatto una nave della nostra Marina Militare e il suo equipaggio, che sequestrano un gruppo di persone la cui unica colpa è essere dei naufraghi. E con loro tutti coloro che gli hanno ubbidito finora”.
Riccardo Magi, di +Europa, parla di violazione delle leggi: “Il ministro Salvini metta fine all’ennesima violazione della legge italiana oltre che delle convenzioni internazionali”.
Cecilia Càsole

CONDIVIDI