Rosolini, cedono dose di hashish a un ragazzo di 15 anni: arrestati dai Carabinieri due fratelli

Rosolini. Nonostante gli arresti degli ultimi giorni ed i più serrati controlli dei Carabinieri, anche attraverso l’impiego di militari in abiti civili, si registrano ancora episodi di spaccio di sostanze stupefacenti nella zona sud della provincia aretusea.
Due fratelli di Rosolini, Concetto Iozia, 43 anni, e il fratello Luigi Iozia, 38 anni, sono stati arrestati nelle scorse ore dai Carabinieri della locale Stazione.
I militari, nascosti in zona defilata ed in abiti civili, hanno notato i fratelli Iozia che cedevano hashish ad un 15enne di Rosolini in cambio di danaro.
Avuta certezza dell’avvenuto spaccio di stupefacenti, i Carabinieri sono intervenuti arrestando i due fratelli Iozia, entrambi già noti all’Arma per i loro precedenti.
A seguito di perquisizione personale e domiciliare, i Carabinieri hanno inoltre rinvenuto e sequestrato 170 grammi di hashish e materiale per il confezionamento.
I due fratelli, su disposizione del Pubblico Ministero, sono stati tradotti rispettivamente Concetto Iozia presso la casa circondariale “Cavadonna “ di Siracusa, mentre Luigi Iozia è stato ristretto ai domiciliari.
Ai fratelli Iozia è stata contestata l’aggravante della cessione di sostanza stupefacente a un minorenne.
I Carabinieri della Compagnia di Noto hanno annunciato che durante il prossimo fine settimana, svolgeranno degli ulteriori servizi antidroga con l’impiego di uomini in uniforme ed in abiti civili per reprimere il fenomeno dello spaccio di stupefacente con particolare attenzione alla tutela dei minori.

CONDIVIDI