Con un cavo elettrico sottopone alla fustigazione la moglie: pregiudicato finisce a Cavadonna

Francofonte. I Carabinieri della Stazione di Francofonte hanno eseguito, nella flagranza di reato, l’arresto di un pregiudicato del luogo resosi responsabile di una violenta aggressione in pregiudizio della propria consorte, a seguito di una lite scaturita per futili motivi. L’uomo, utilizzando un cavo elettrico, la colpiva ripetutamente agli arti inferiori e sul dorso sferrandole successivamente un pugno al volto. La donna, riuscita a divincolarsi, ha chiesto l’immediato intervento dei Carabinieri di Francofonte. Le indagini, svolte nella immediatezza dei fatti, hanno permesso di accertare che le violenze perduravano almeno da due anni, provocando alla donna stati emotivi di timore e paura per la propria incolumità.
Avvisato dell’avvenuto arresto il Pubblico Ministero di turno presso la Procura di Siracusa disponeva la traduzione del reo presso la Casa Circondariale di Cavadonna.

CONDIVIDI