A Diego Fortezza notificata in carcere una nuova ordinanza emessa dalla Corte d’Appello

Rosolini. I militari del Comando Stazione Carabinieri di Rosolini hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere emessa dalla Corte d’Appello di Catania, nei confronti di Diego Fortezza, 39 anni, residente a Rosolini. I Carabinieri hanno notificato il nuovo provvedimento coercitivo presso la Casa Circondariale di Cavadonna, dove il Fortezza è stato rinchiuso due settimane fa per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Tra l’altro il Fortezza alla ripresa dell’attività giudiziaria dovrà essere processato per evasione dagli arresti domiciliari come conseguenza di un arresto in flagranza di reato operato nei suoi confronti dai Carabinieri della Stazione di Rosolini. E, sempre per evasione dai domiciliari, dovrà subire un altro processo, nonostante per questa seconda fuga dalla sua abitazione non fosse stato arrestato dai Carabinieri di Rosolini, che hanno creduto alla sua giustificazione di essere uscito dalla propria abitazione per recarsi in una tabaccheria in quanto era rimasto senza sigarette. Tra l’altro, quando ha commesso questa evasione, Diego Fortezza venne denunciato anche per il reato di guida senza patente. A distanza di 48 ore da quella seconda evasione dagli arresti domiciliari, Diego Fortezza venne arrestato dai Carabinieri possesso di sostanza stupefacente. Il Pubblico Ministero Vincenzo Nitti dispose per lui la misura della custodia in carcere e la sua decisione venne poi confermata dal Giudice delle indagini preliminari Carmen Scapellato.
Con l’applicazione della nuova ordinanza cautelare emessa dalla Corte d’Appello di Catania, Diego Fortezza dovrà rassegnarsi ad un lungo soggiorno in carcere per espiare una condanna oramai divenuta irrevocabile.

CONDIVIDI