“Topo d’appartamenti” acciuffato dai poliziotti dopo un furto in una casa in via Alaimo da Lentini

Siracusa. Gli agenti delle Volanti hanno arrestato nella flagranza del reato di furto in appartamento, Carmelo Tagliata, 36 anni, residente a Siracusa. Il furto è stato perpetrato in un’abitazione sita in via Alaimo da Lentini.
I poliziotti delle Volanti, intervenuti a seguito della segnalazione di un cittadino che aveva visto un uomo aggirarsi con fare furtivo nei pressi dell’abitazione, hanno sorpreso il ladro che, scavalcata una finestra, alla vista della Polizia, cercava di dileguarsi.
Dopo un breve inseguimento, i poliziotti hanno raggiunto Carmelo Tagliata, lo hanno bloccato, tratto in arresto e condotto nel carcere di Cavadonna, come disposto dal Pubblico Ministero Andrea Palmieri.
Carmelo Tagliata non è nuovo nella consumazione di furti in appartamenti e anche negli istituti scolastici. E’ stato più volte arrestato sia dalla Polizia di Stato che dai Carabinieri, ma sistematicamente i giudici lo hanno restituito agli arresti domiciliari anche per la sua dichiarata tossicodipendenza all’uso di sostanze stupefacenti. Fino ad alcune settimane fa era il padre di Carmelo Tagliata, Angelo Tagliata, noto negli ambienti della mala locale col soprannome di “Caccarazza”, a effettuare una rigorosa vigilanza nei confronti del figlio per impedirgli di evadere i domiciliari e ad andare a compiere furti. Ma da quando il padre è finito in carcere per espiare una condanna a nove anni di reclusione per reati commessi nel nord Italia, ll figlio Carmelo ha ripreso ad assaltare locali pubblici e abitazioni. E, come è già capitato in precedenza, è stato arrestato in flagranza di reato mentre cercava d’introdursi in una casa di via Alaimo da Lentini.
Padre e figlio Tagliata sono alla sbarra al processo scaturito dall’operazione antidroga denominata “Euripide”.
Tra 48 ore Carmelo Tagliata sarà condotto innanzi al Gip per la convalida dell’arresto.

CONDIVIDI