Finisce a Villasmundo la lunga fuga di un romeno colpito da un mandato di cattura europeo

Villasmundo. Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione di Villasmundo, hanno tratto in arresto il cittadino romeno Leon Constantin Sandici, 49 anni, bracciante agricolo, in esecuzione ad un mandato di arresto europeo, emesso da Corte d’Appello ungherese, dovendo scontare una pena di 2 anni e 6 mesi di reclusione per furto aggravato e violazione delle leggi speciali sulle armi. L’arrestato, individuato grazie alla profonda conoscenza del territorio dei militari della Stazione Carabinieri che ha proceduto, è stato immediatamente rintracciato e, dopo le formalità di notifica del mandato di arresto, associato alla Casa Circondariale di Cavadonna per essere messo a disposizione della Procura Generale presso la Corte d’Appello di Catania, cui spetta istruire il procedimento per l’estradizione che si svolgerà a breve innanzi ai giudici della Corte d’Appello del capoluogo etneo. Fino a quando non sarà emesso il verdetto della Corte d’Appello di Catania il romeno Leon Constantin Sandici rimarrà ospite della Casa Circondariale di Cavadonna.

CONDIVIDI