Augusta, colpo grosso della Polizia: in casa di un detenuto rinvenuti 12 chili di hashish

Augusta. Nell’ambito di predisposti servizi di contrasto all’attività di spaccio di sostanze stupefacenti, gli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Augusta, hanno effettuato una perquisizione domiciliare in un’abitazione sita nei pressi di contrada Cozzo Margi, che ha consentito di rinvenire e sequestrare 12 chilogrammi di hashish, nascosti in un’area sita nelle pertinenze dell’abitazione. La casa, luogo di ritrovamento della droga, è in uso ad un pregiudicato di Augusta, di 44 anni, attualmente in carcere per avere inferto una coltellata alla moglie, che ora vive in una località protetta. Il detenuto è accusato di tentato uxoricidio e rapina. Incomprensibile resta la scelta operata dal Dirigente del Commissariato della Polizia di Stato di Augusta di tenere riservate le generalità del detenuto proprietario dei dodici chilogrammi di “fumo”. Stiamo parlando di un detenuto rinchiuso in carcere e non di una persona in stato di libertà ancora da assicurare alla giustizia. In contrada Cozzo Margi abitano numerosi nuclei familiari i cui componenti, nella stragrande maggioranza dei casi, sono tutte persone per bene al di sopra di ogni sospetto. L’unico soggetto, nato nel 1975 e residente in contrada Cozzo Margi, è il detenuto che alcuni mesi fa tentò di sgozzare la propria moglie e che, poi, sotto l’effetto dei fumi dell’alcol, ebbe a compiere una rapina. Per svelare le sue generalità al completo si dovrà aspettare il tempo necessario al Pubblico Ministero di chiedere l’applicazione della misura cautelare contro l’innominato augustano nato nel 1975 e al Gip di emetterla.
A Siracusa città, invece, nell’ambito dei servizi, finalizzati al contrasto delle piazze dello spaccio, è stato denunciato un nigeriano di 24 anni, per detenzione ai fini dello spaccio di 5 dosi di marijuana. Allo stesso, sorpreso nei pressi del Foro Siracusano, sono stati sequestrati, altresì, 375 euro in contanti. Nei giorni scorsi, gli agenti delle Volanti avevano rinvenuto per terra dei modici quantitativi di hashish nella zona dei Villini, per cui non è da escludere che a “perderli” possa essere stato il nigeriano di 24 anni.
Inoltre, rispettivamente nei pressi di Via Italia 103 e nei pressi del Parco Robinson, sono stati segnalati due giovani per uso personale di droga.
Anche questi servizi di contrasto allo spaccio degli stupefacenti vanno inseriti nell’ambito delle numerose e continue operazioni volte al contrasto delle piazze dello spaccio in tutta la provincia aretusea che gli uffici investigativi della Polizia di Stato stanno attuando senza soluzione di continuità, così come voluto dal Questore, Gabriella Ioppolo.

CONDIVIDI