I poliziotti arrestano una 21enne per furto di 5 paia di scarpe, dopo il processo le fanno un bel dono

Siracusa. Come nelle istantanee del calendario della Polizia di Stato, che raffigurano i poliziotti nell’esercizio del loro impegnativo lavoro di garantire la sicurezza dei cittadini, nella mattinata di giovedì 19 settembre, gli agenti delle Volanti hanno arrestato una donna di 21 anni per aveva rubato alcune paia di scarpe nel negozio Padula di Viale Teracati. Per la precisione la donna, aveva rubato cinque paia di scarpe per farne dono al proprio fratello, ai suoi figlioletti e a se stessa. Ma cinque paia di scarpe non possono passare inosservate ed il personale di vigilanza dell’esercizio commerciale di Viale Teracati ha bloccato la ventunenne prima che potesse squagliarsela. Nel negozio è arrivata la Volante e gli agenti, dopo aver accertato i fatti, hanno tratto in arresto la ventunenne che, poi, come disposto dal Pubblico Mnistero di turno alla Procura, è stata condotta al Palazzodi Giustizia per essere processata per direttissima. Comparsa innanzi al Giudice Monocratico Liborio Mazziotta, la ventunenne si è vista convalidare l’arresto ed il suo difensore, avvocato Gianluca Caruso, ha chiesto che il processo si svolgesse con il rito abbreviato. Il Giudice Mazziotta, in considerazione della lieve entità del fatto (il valore delle scarpe che intendeva rubare l’imputata è stato calcolato in trecento euro) ha inflitto alla donna la pena di mesi due di reclusione e ha ordinato la sua immediata liberazione. Uscendo dall’aula la giovane donna ha trovato ad attenderla una piacevole sorpresa: i poliziotti della Volante che l’avevano arrestata le hanno consegnato un paio di scarpe e dei capi di vestiario per i suoi figlioletti. Un bel gesto quello attuato dagli agenti delle Volanti, che, mentre la donna affrontava il processo per il furto perpetrato, hanno raccolto il denaro per comprare un paio di scarpe e degli abitini, donandoli alla donna che, per necessità, si era vista costretta a rubare. Lei ha ringraziato con le lacrime agli occhi e ha promesso che si asterrà in avvenire di compiere dei furti nei negozi per procurare scarpe e abiti ai propri figlioletti, al fratello e a lei stessa.
Diametralmente opposta la storia di una ventottenne, denunciata a piede libero per avere sottratto generi alimentari in un supermercato di Via Elorina. I poliziotti delle Volanti sono stati addirittura minacciati dalla ladra, una ventottenne, andata in escandescenza per essere stata costretta a riconsegnare i prodotti che aveva prelevato dagli scaffali. La ventottenne, per motivi non rivelati dalla Polizia, anzichè essere arrestata, se l’è cavata con una denuncia a piede libero.

CONDIVIDI