Orrore in una Casa di riposo: due ultranovantenni vivevano senza luce e tra la sporcizia

Siracusa. Una donna gestiva un pensionato ma la casa era da qualche tempo senza luce evidentemente perchè non aveva pagato le salate bollette dell’Enel. Tra l’altro, oltre a essere lasciati sistematicamente al buio, gli unici ospiti della Casa di riposto, due ultranovantenni, vivevano in locali dove l’igiene lasciava alquanto a desiderare. Ad accertare gli “orrori” della Casa di riposo sono stati gli agenti delle Volanti della Questura aretusea. I poliziotti, insieme a personale dei servizi sociali e dell’Asp, hanno fatto irruzione nella casa di riposo per verificare le condizioni in cui versavano gli ospiti della struttura.
Dai controlli effettuati, sono emersi carenze delle condizioni igieniche nella casa di riposo nella quale, peraltro, i due ospiti ultranovantenni vivevano senza la possibilità di potere usufruire, da qualche tempo, dell’energia elettrica.
I due anziani sono stati riaffidati ai propri familiari e la posizione della titolare dell’attività è al vaglio degli inquirenti. I quali dovrebbero pure verificare come mai le famiglie dei due vecchietti ultranovantenni non si sono accorti che i loro congiunti da mesi vivevano in locali privi di luce elettrica e, soprattutto, che nella struttura in cui avevano internato i parenti l’igiene lasciava alquanto a desiderare. Quella di riaffidare i due vecchietti aile rispettive famiglie è stata una scelta obbligata poichè a spese della Regione o dello Stato non ci sono dei pensionati dove gli anziani, considerati un peso dai figli e dai parenti, vengono trattati con rispetto e umanità.

CONDIVIDI