Augusta, il nuovo presidente del Kiwanis propone d’istituire borsa di studio per ricordare Giordani

Augusta. Passaggio di consegne al Kiwanis club fra il presidente uscente Sebastiano Gulino e il presidente entrante Francesco Rattizzato, presente il luogotenente governatore della divisione di cui fa parte il club augustano, Ciro Messina.
La cerimonia si è svolta il 18 ottobre in un resort cittadino, frequentato ancora da un centinaio di turisti, nella stragrande maggioranza francesi, a testimonianza del prolungamento della stagione estiva e della capacità ricettiva che Augusta può offrire.
Prima del consuntivo di Gulino e del discorso programmatico di Rattizzato, il cerimoniere del club, Antonello Forestiere, molto opportunamente, ha chiesto ai presenti di osservare un minuto di silenzio per ricordare Marcello Guagliardo Giordani, il tenore scomparso prematuramente e improvvisamente il 5 ottobre scorso, che tanta energia artistica e umana aveva speso a favore delle iniziative sociali del club, di cui era socio ordinario, avendo rifiutato la proposta d’essere nominato socio onorario. L’ultimo impegno dell’indimenticabile artista è stato la donazione del nuovo altare e del nuovo ambone per la chiesa di San Nicola a Brucoli.
Lo ha ricordato il presidente uscente, Gulino, nel suo discorso di commiato: “In quest’anno appena trascorso ci siamo impegnati molto operosamente a sostenere il programma nazionale e quello internazionale di “Save the children” con una raccolta di fondi che ha consento al club di Augusta di ricevere un gradito riconoscimento da parte del Kiwanis international. Riconoscimento morale e gratificazione personale abbiamo ricevuto recentemente in due distinte occasioni: in ordine cronologico, in primo luogo grazie all’intitolazione al Kiwanis di Augusta dell’aula per l’educazione artistica dell’istituto comprensivo Salvatore Todaro: è stato un momento particolarmente significativo, scaturito dalla donazione, da parte del Kiwanis alla scuola Todaro, di tutti gli arredi e di tutte le attrezzature per fare di quell’aula un vero laboratorio per l’apprendimento delle arti per gli alunni nella fascia d’età fra gli undici e i quattordici anni. La seconda occasione l’abbiamo colta due settimane fa, il 5 ottobre, in occasione della donazione alla chiesa San Nicola di Brucoli del nuovo altare e del nuovo ambone di marmo, eleganti e duraturi in sostituzione di quelli lignei, poveri e duraturi, presente il presule siracusano, l’arcivescovo Salvatore Pappalardo. Un’occasione, questa, di grandissima emozione, non solo per la solennità dell’evento, ricordata per sempre in un’epigrafe incisa sul marmo all’ingresso della chiesa, ma anche per tragica assenza del nostro socio Marcello Guagliardo Giordani, la cui morte improvvisa ci ha lasciato sgomenti. Il nostro Marcello, che tanto si era prodigato, con i suoi concerti, per raccogliere fondi per il service per Brucoli, doveva essere lì quella sera con noi e condividere con noi tutti la gioia della donazione. Marcello era un generoso e sarebbe auspicabile destinare una borsa di studio alla sua memoria per aiutare qualche giovane talento”.
Il presidente per l’anno sociale 2019-2020, Rattizzato ha ricordato anch’egli la figura di Marcello Guagliardo Giordani, sottolineandone il carattere di bonomia e umiltà, affermando che il Kiwanis si adopererà per istituire una borsa di studio a suo nome.
Il luogotenente governatore, Messina, ha porto i saluti della governatrice Maura Magni, ha posto l’accento sul “service” più importante del Kiwanis a livello internazionale, quello dell’eliminazione globale del tetano neonatale e materno, sottolineando la regola d’oro su cui si fonda il Kiwanis: “fare agli altri ciò che vorresti gli altri facessero a te”.
Il momento conviviale, rallegrato dal sax di Salvo Bordonaro, si è concluso con l’insolita donazione, da parte del presidente uscente Gulino, di un libro illustrato sulla storia del Liceo “Mègara” di Giorgio Càsole, presidente della commissione comnunale di storia patria, già docente nello stesso liceo, di un opuscolo a colori sulla chiesa di San Nicola, a cura dello stesso Càsole, e di un dvd documentario sull’anno sociale kiwaniano appena concluso.
C.C.

CONDIVIDI