A Sortino e Buccheri danni a immobili e strade, i sindaci chiedono lo stato di calamità

Buccheri-Sortino. Dopo l’ondata di maltempo che ha colpito ieri la provincia di Siracusa, il Comune di Buccheri fa i conti con i vari problemi riscontrati negli immobili pubblici e in diverse arterie. In particolare si registrano copiose infiltrazioni e soffitti a rischio, dovuti al danneggiamento della copertura del municipio, della casa del riciclo, della palestra Comunale e dell’immobile dell’ex scuola media di Viale Europa. Inoltre si aggravano le condizioni, già precarie, degli assi viari urbani, extraurbani, interpoderali e rurali, interessati lo scorso anno dall’alluvione di ottobre e non ancora finanziati dalla Regione. Smottamenti e problemi di tenuta del manto stradale anche lungo la SP5 Buccheri – S. Giovanni, la Sp 10 Buccheri – Sortino e la strada intercomunale Buccheri Ferla.
“Problemi che si ripresentano ormai con costanza – dichiara il sindaco Alessandro Caiazzo – che mettono in ginocchio la viabilità urbana ed extraurbana e arrecano danni incalcolabili ed un costante pericolo per la popolazione. Occorre che la Regione intervenga con urgenza, approvi un vero e proprio “Piano Marshall” per salvare la viabilità dell’isola e mettere al sicuro i cittadini che giornalmente transitano gli assi viari. Le strade Provinciali sono al collasso, le strade rurali oramai quasi del tutto inesistenti, con gravissime ripercussioni sulle attività produttive e sull’economie dell’isola, le vie di fuga che diventano trappole; torrenti e fiumi fuori controllo. Occorre fare di più, occorre fare in fretta”.
Intanto si attende la proclamazione dello stato di calamità da parte del Governo Regionale al fine di fronteggiare le emergenze in atto.
Il maltempo ha provocato ingenti danni a Sortino. Il sindaco Vincenzo Parlato ha già avviato l’iter per la richiesta dello stato di calamità naturale.
L’Amministrazione comunale comunica che l’asfalto si è letteralmente sbriciolato sulla strada di contrada Manzo, dove insistono aziende, abitazioni e il canile municipale. In contrada Panzotta la strada è irraggiungibile con l’intero manto stradale divelto dalla pioggia. Frane si registrano sulla Strada per Pantalica con un masso che ostruisce la strada. Il ponte sul fiume Anapo è intransitabile per gli argini che non hanno tenuto ma il ponte ha comunque retto dopo i recenti lavori di pulizia. In numerose strade poderali hanno ceduto i muretti di contenimento e residenti e titolari di attività non riescono a rientrare nelle proprietà.

CONDIVIDI