Augusta, l’acqua non è potabile nel centro storico ma ad informare i cittadini ci pensa Triberio

Augusta. Il consigliere comunale Giancarlo Triberio ha presentato un’interrogazione urgente a risposta scritta e verbale sulla situazione acqua potabile al centro storico.
“Visto i lavori effettuati presso il pozzo dei giardini pubblici effettuati nei giorni 21,22 e 23 ottobre 2019 che alimenta la rete idrica del centro storico; visto l’ordinanza sindacale del 25 ottobre 2019; visto la nota dell’Asp di Siracusa -distretto di Augusta- UU.OO. Igiene ambienti di vita e Igiene alimenti e nutrizione del 26 ottobre 2019; visto la nota del 25 ottobre 2019 della Eco Chimica s.a.s. che anticipano gli esiti delle acque destinate al consumo umano dei campionamenti effettuati sulle acque del pozzo dei Giardini pubblici; visti le analisi effettuati dalla ditta Eco Chimica s.a.s. laboratorio incaricato dal Comune in autocontrollo delle acque del suddetto pozzo; accertato che dalle suddette analisi sono risultati fuori limite secondo il D.lgs 31/01 e s.m.i; visto le mie ripetute richieste di informazioni e accesso agli atti per conoscere gli esiti delle analisi sia presso il Comune di Augusta sia presso l’Asp Siav; visto i vari e frequenti interventi effettuati sul suddetto pozzo negli ultimi anni a seguito di guasti che hanno prodotto la sospensione dell’erogazione dell’acqua anche per periodi non brevi; visto che alla data odierna ancora non si hanno ulteriori informazioni sulla situazione della non potabilità delle acque del suddetto pozzo che interessano una importante fetta di popolazione nonché di attività commerciali presenti nell’intero territorio del centro storico; visto che tale situazione protrattasi sta recando gravi difficoltà ai cittadini e attività commerciali anche dal punto di vista economico; visto la Carta dei servizi idrici e il regolamento per la disciplina del servizio idrico deliberati dalla commissione straordinaria in funzione di consiglio comunale n. 14 del 20/05/2015; si interroga l’amministrazione Comunale 1) ad illustrare con tempestività e urgenza la situazione reale ad oggi, e quali misure sono state adottate per una capillare informazione alla popolazione sul corretto utilizzo dell’acqua non potabile, oltre la semplice diffusione di avvisi con mezzi telematici; 2) d informare con tempestività e urgenza quali rimedi dell’immediato si stanno ponendo in atto, e se è stato approntato un piano di emergenza per il rifornimento idrico delle utenze commerciali e private che sopportano i maggiori disagi; 3) a riferire dettagliatamente quali siano le condizioni strutturali del pozzo dei giardini pubblici, quali studi sono stati effettuati dal 2017 ad oggi sulle criticità nella camicia segnalate dall’Asp, e quali eventuali azioni si stanno mettendo in atto per risolvere in maniera definitiva tale annosa problematica”.

CONDIVIDI