Siracusa. Nella mattinata di domenica 12 novembre, alle ore 10.45 circa, è giunta alla centrale operativa dei Carabinieri di Siracusa, una richiesta di soccorso da parte di una 23enne siracusana che era rimasta bloccata nell’ascensore di casa sua immediatamente dopo aver avuto una animata discussione con una vicina. Inoltre la ragazza riferiva che non riusciva ad uscire dall’ascensore anche per la presenza di altre persone che volevano aggredirla e questa situazione di forte agitazione le stava provocando un malore. Sono intervenuti immediatamente vigili del fuoco e Carabinieri per sbloccare il meccanismo di funzionamento dell’ascensore e consentire alla donna di uscire in sicurezza, riportando la calma fra i presenti e facendo allontanare i vicini di casa.

Intervenuta un’altra pattuglia dei Carabinieri in rinforzo, sono stati effettuati approfonditi accertamenti e sentite le parti per comprendere la dinamica degli eventi e ricostruire l’intera vicenda. Dagli accertamenti è emerso che c’è stata una lite accesa fra la 23enne ed alcuni vicini di casa prima che la stessa prendesse l’ascensore, e subito dopo uno dei vicini ha staccato la corrente del condominio per ripicca nei confronti della ragazza determinando il blocco dell’elevatore. Le parti sono state rese edotte circa le rispettive facoltà di legge ed invitate a sporgere querela.

 

 

riproduzione vietata

SE IL DIARIO VI PIACE FATE UN ABBONAMENTO ANNUALE DI 60 EURO, CARICANDO LA SOMMA A POSTEPAY 5333 1710 2279 3950 - GRAZIE

IN QUESTO MOMENTO MI SENTO
0%
SODDISFATTO
0%
TRISTE
0%
INDIFFERENTE

Aggiungi commento

ATTENZIONE:

Cliccando "invia" accetti la nostra privacy policy


Codice di sicurezza
Aggiorna