Federico Petruzzelli, “Alfeo11”, “Yojimbo176”. Tre nomi, o nickname, di cui sentiremo parlare a lungo dalle parti di Siracusa e non solo. I tre ragazzi originari della nostra città stanno conquistando le vette del poker sportivo italiano a suon di vittorie e piazzamenti di prestigio. Se Petruzzelli ha già una solida carriera alle spalle nei tornei live e ha toccato con mano l'esperienza delle World Series of Poker nel 2016, gli altri due se la stanno costruendo con gli importanti risultati nel Texas Hold'em online.

 

Federico Petruzzelli ha 28 anni ed è già alla posizione 137 della Italy All-time Money List, la graduatoria dei giocatori più vincenti della storia del poker italiano. Niente male per un ragazzo che dalla conquista del primo traguardo nei tornei dal vivo, un prestigioso terzo posto nel Main Event dell'IPT di Campione d'Italia nel 2011, è stato capace di arrivare fino alle WSOP 2016 di Las Vegas e coronare il sogno di ogni pokerista.

Un quinquennio indimenticabile e ricco di risultati per il siracusano che ama i cash game e si ispira a Phil Ivey: nel 2012 è arrivato il decimo posto all'IPT di Sanremo, nel 2014 un piazzamento a premi nell'evento principale dell'EPT della cittadina ligure, l'anno successivo la terza piazza nello Euro Gtd Event di Bucarest e la quarta in un evento di Malta legato al circuito EPT. L'anno di grazia è il 2016: sulle ali dell'entusiasmo per il Sunday Challenge di PokerStars conquistato a dicembre 2015, Petruzzelli ottiene quello che ancora oggi è il risultato più importante in carriera, la vittoria del Main Event del PPS a Nova Gorica dopo un testa a testa con Edoardo Viggiano.

“Alfeo11” è un giovane grinder online di Siracusa che ha scelto il suo nickname ispirandosi al mito di Alfeo e Aretusa in onore della sua città natale. A novembre 2016 è arrivato quello che è il suo più grande successo in carriera, la vittoria nel Main Event ICOOP di PokerStars. Una vittoria indimenticabile conquistata al termine di un torneo in cui il siciliano ha avuto ragione di un field di più 2000 giocatori, alcuni dei quali professionisti affermati del poker nazionale.

Alfeo non si considera un professionista e gioca online per passione. Una passione nata dalle prime partite con gli amici, passata attraverso l'interesse per i programmi tematici in tv e concretizzatasi nella partecipazione a 3-4 tornei a settimana. Nonostante il poco tempo a disposizione – Alfeo ha dichiarato di non aver mai pensato alla strada del professionismo e ama il suo lavoro – il siracusano è riuscito a trionfare in uno dei più prestigiosi tornei di poker online italiani. Il segreto del successo? Le lezioni di gioco in diretta di alcuni giocatori professionisti su Twitch come Filippo Voconi e “Actaru5”. Una nuova forma di coaching che ha ispirato Alfeo e che si sta dimostrando una vera e propria palestra per la nascita di nuovi talenti del tavolo verde.

27 anni, nato a Siracusa ma residente a Tavazzano (Lodi), è Alberto, nickname “Yojimbo176”. Uno pseudonimo noto nel mondo del poker online italiano per la vittoria nel Sunday Special datata novembre 2011. Appassionato di calcio e videogame, il giovane siracusano è stato capace di conquistare uno dei tornei più importanti della piattaforma della Picca Rossa con una strategia aggressiva che gli ha permesso di battere oltre duemila giocatori, molti dei quali professionisti affermati. Alberto inizia la sua carriera da giovanissimo con le prime partite con gli amici per poi iscriversi a PokerStars. Specializzato nell'online con predilezione per gli Mtt di Hold'em, non disdegna le varianti principali del gioco e si ispira nell'approccio alle strategie di gioco a Phil Galfond, uno dei più grandi giocatori del poker moderno.

 

riproduzione vietata

SE IL DIARIO VI PIACE FATE UN ABBONAMENTO ANNUALE DI 60 EURO, CARICANDO LA SOMMA A POSTEPAY 5333 1710 2279 3950 - GRAZIE

IN QUESTO MOMENTO MI SENTO
0%
SODDISFATTO
0%
TRISTE
100%
INDIFFERENTE

Aggiungi commento

ATTENZIONE:

Cliccando "invia" accetti la nostra privacy policy


Codice di sicurezza
Aggiorna