Il Palazzolo sconfitto dall’Atletico Gela saluta i play off

PALAZZOLO ACREIDE. “Si torna a casa dopo l’ennesima battaglia durata 120 minuti in cui abbiamo lottato, sofferto e sudato e dove solo all’ultimo, per di più in doppia inferiorità numerica, ci siamo dovuti arrendere. Ma usciamo da questi play off testa altissima avendo espresso un ottimo gioco e scendendo in campo, ancora una volta, con tanti under: nessun rimpianto, dunque, e onore e merito ai vincitori”. Con grande orgoglio e con un pizzico di rammarico, il difensore gialloverde Christian Ricca “fotografa” con queste eloquenti parole la bella gara di ieri che, al “Vincenzo Presti”, ha visto il Palazzolo arrendersi all’Atletico Gela ai supplementari per 2 a 1 nella semifinale dei play off del girone D di Promozione. “Non possiamo recriminare su

nulla, – tiene a sottolineare l’autore della rete del provvisorio 1 a 1 – come noi, infatti, anche i nostri avversari hanno fatto una buona prestazione ed il regolamento, per la squadra peggio classificata, è già abbastanza penalizzante. Complimenti all’Atletico Gela, dunque, che, giocando a calcio, è riuscito a sfruttare nel migliore dei modi i vantaggi che si era costruito durante il campionato. Dal canto nostro ci abbiamo provato e non possiamo assolutamente rimproverarci nulla. Essendo una squadra giovane con soli quattro giocatori che sono nati prima del 1990, – ha aggiunto Ricca – molti di noi non erano abituati a fare questo tipo di partite. Inoltre avevamo alcuni giocatori recuperati in extremis e che non erano al meglio. Ciononostante siamo andati vicinissimi al gol del 2 a 1, e, al triplice fischio finale, siamo usciti dal campo tra gli applausi”. Facendo un bilancio sull’andamento della stagione che si è appena conclusa, infine, il difensore siracusano classe 1984 dimostra di avere le idee molto chiare. “Possiamo dividere il campionato del Palazzolo in due parti, – spiega – dopo la flessione di novembre che ha pregiudicato il successo finale, infatti, abbiamo fatto un grande girone di ritorno conquistando ben 30 punti ed il quinto posto, in una stagione difficile con tanti imprevisti, infortuni e squalifiche, rimane un buon risultato considerando il blasone delle altre squadre”.

CONDIVIDI