Arrestato un 54enne accusato di avere minacciato la moglie

Siracusa.  I Carabinieri della Stazione CC di Belvedere,  in esecuzione dell’ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa dal Tribunale di Siracusa, hanno tratto in arresto ed associato presso la Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa C.G., 54 anni, residente a Siracusa, con svariati precedenti di polizia e sottoposto alle misure coercitive dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento alla persona offesa. L’uomo, già tratto in arresto lo scorso 12 ottobre per essere stato colto in flagranza dei reati di maltrattamenti e lesioni personali aggravate, denunciati dalla moglie che, animata dalla forza della disperazione per aver subito negli anni continue aggressioni, vessazioni, minacce ed ingiurie,

era riuscita ad avere il coraggio di narrare tutto ai Carabinieri, era stato posto agli arresti domiciliari presso l’abitazione di un familiare fino al giorno della convalida allorquando veniva scarcerato e contestualmente sottoposto alle citate misure coercitive. La momentanea riacquisita libertà gli permetteva, nonostante i divieti imposti, di avvicinarsi più volte alla moglie che in una occasione non esitava di minacciare mimando al suo indirizzo, passandosi un dito lungo la gola, il taglio della testa. Le violazioni, puntualmente rilevate dall’Arma e tempestivamente segnalate all’A.G. competente, determinavano l’immediata emissione del provvedimento di aggravamento delle misure coercitive, sostituite con quella più afflittiva della custodia in carcere. Le porte dell’Istituto di detenzione si sono dunque aperte per accogliere l’energumeno e garantire alla vittima maggiore serenità.

CONDIVIDI