Muore un centauro di 35 anni, denunciato e multato ragazzo di 16 anni

Pachino. Nel corso della serata di ieri 28 ottobre i Carabinieri della Stazione di Pachino, a seguito di richiesta di soccorso pervenuta sul numero di emergenza 112, sono intervenuti nella prima periferia del paese ove era stato segnalato un incidente tra uno scooter di grossa cilindrata ed un cinquantino condotto da un minorenne. Giunti sul posto i militari hanno constatato che Enrico Spataro era già stato portato in codice rosso presso l’ospedale “G. Di Maria” di Avola per una grave ferita riportata al capo mentre il conducente del ciclomotore era rimasto illeso. Purtroppo non c’è stato nulla da fare per Enrico Spataro, 35 anni, che è giunto privo di vita in ospedale. Nel corso dei rilievi finalizzati a ricostruire la dinamica dei fatti i Carabinieri hanno accertato

che Enrico Spataro, mentre a bordo del proprio motociclo percorreva via Amendola, giunto all’incrocio con via Palermo, per cause in corso di accertamento, collideva con un ciclomotore condotto da un sedicenne di Pachino, cadendo violentemente al suolo. Nella circostanza il minore è stato deferito a piede libero alla competente Autorità Giudiziaria quale indagato per il reato di guida senza patente poiché sprovvisto di patentino di abilitazione alla guida dei ciclomotori. Lo stesso, inoltre, è stato sanzionato amministrativamente poiché il ciclomotore era sprovvisto di certificato di circolazione e di copertura assicurativa. Ultimati i rilievi necessari a ricostruire la dinamica dell’evento, si procedeva a normalizzare il traffico ed a ripristinare il luogo del sinistro stradale.
Al riguardo i Carabinieri richiamano l’attenzione sull’uso del casco alla guida di ciclomotori e motocicli: una norma di legge che è obbligatorio rispettare ma, innanzitutto, una norma di vita! Perché, spesso e volentieri, il casco salva la vita.

CONDIVIDI