Catanesi in trasferta a Priolo arrestati per furto di cavi di rame

Priolo. I Carabinieri della Stazione di Priolo Gargallo hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di furto aggravato in concorso, i catanesi Roberto Giuseppe Pantò, 50 anni, e Rosario Drago, 52 anni, il primo sottoposto ad avviso orale, il secondo gravato da sorveglianza speciale di p.s. con obbligo di soggiorno, entrambi pregiudicati per reato specifico. I due uomini si erano introdotti in un’azienda di contrada Biggemi, da tempo dismessa, previa effrazione della rete metallica perimetrale. All’interno, avevano iniziato a sfilacciare i cavi in rame dell’impianto elettrico dell’officina, trafugando circa trenta chili del c.d. “oro rosso”. L’azione è stata prontamente interrotta

dai Carabinieri di Priolo Gargallo, costantemente impegnati in quella zona, con proficui risultati preventivi e repressivi, proprio perché sovente bersagliata da furti di materiale ferroso ed elettrico all’interno delle aziende. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita all’avente diritto. Al termine delle formalità di rito i due uomini sono stati associati presso la Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

CONDIVIDI