Minaccia e picchia la sorella, marocchino finisce in carcere

Rosolini. I Carabinieri lo accusano di avere minacciato e picchiato la sorella minore di diciotto anni e per questo motivo lo hanno arrestato. Il fatto accadeva a Rosolini e sono stati i Carabinieri della locale Stazione ad arrestare in flagranza di reato il marocchino Abdelmajidm Essebbane, 22 anni.
I militari dell’Arma venivano a conoscenza dell’episodio di violenza, che aveva avuto come protagonista una ragazza, attraverso il personale sanitario del locale presidio territoriale d’emergenza. I medici comunicavano che la ragazza di nazionalità marocchina era stata aggredita. Avuta la notizia i Carabinieri intervenivano arrestando il fratello della ferita.

Il marocchino, volto già noto alla giustizia e sottoposto attualmente alla misura degli arresti domiciliari motivati dall’aver commesso una rapina nel maggio del 2014, viveva nella stessa casa con la sorella minore degli anni diciotto. La ragazza, quando venne avvicinata dai Carabinieri, inizialmente non forniva notizie sull’accaduto, forse per paura. Ma la sua vicenda familiare era già da tempo nota ai Carabinieri. In quella famiglia, pare, fossero soventi le liti e le incomprensioni che la giovane aveva con il fratello che – secondo quanto ricostruito dagli inquirenti – l’accusava di porre in essere una condotta di vita troppo all’occidentale. Per analoghe condotte moleste, i militari avevano già un anno addietro deferito in stato di libertà il marocchino. Quest’ultimo adesso, non si era più limitato a redarguire verbalmente la sorella, ma era passato alle vie di fatto, proferendo contro di lei minacce e prendendola a schiaffi. L’aggressione si è verificata a seguito di una banale discussione riguardante le solite vedute di vita differenti, degenerata completamente. Acquisita consapevolezza dei fatti, i Carabinieri arrestavano Abdelmajidm Essebbane e tranquillizzavano la sorella che veniva messa in contatto con un centro antiviolenza e antistalking per ricevere assistenza psicologica e legale. Se la caverà con qualche giorno di prognosi per le escoriazioni al volto riportate.
F.G.

CONDIVIDI