Ha preso il via il pellegrinaggio dell’Unitalsi presso il Santuario della Madonna delle Lacrime

Siracusa. La Celebrazione Eucaristica presieduta dal Rettore don Aurelio Russo, ha dato il via all’annuale Pellegrinaggio dell’Unitalsi Sezione Sicilia Orientale, presso il Santuario della Madonna delle Lacrime di Siracusa.
Momento forte e di rilevante importanza sarà la collocazione di una copia del Quadretto della Madonnina sullo stipite della porta della Casa del Pianto, in via degli Orti 11, proprio nella postazione dove fu esposto alla venerazione dei fedeli il Quadretto miracoloso durante i giorni della Lacrimazione.
La copia del Quadretto sarà posizionata dal Presidente Nazionale dell’Unitalsi, Antonio Diella, per sottolineare la presenza della famiglia unitalsiana sin dai giorni della Lacrimazione della Madonna a Siracusa.
Il Rettore del Santuario ha comunicato che la copia dell’Effige della Madonna delle Lacrime rimarrà esposta sullo stipite della porta a perenne memoria dell’evento della Lacrimazione.
Domenica 28 ottobre, alle ore 9,00, il Pellegrinaggio prevede la processione da Piazza Euripide verso la Basilica e, alle ore 10.30, la Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Mons. Salvatore Pappalardo, Arcivescovo di Siracusa, che si concluderà con l’atto affidamento dell’Unitalsi alla Madonna delle Lacrime.
Al termine della celebrazione, sarà distribuita a tutti i presenti la riproduzione di una immaginetta storica della Madonna delle Lacrime.
Come sempre è possibile la visione in streaming dell’evento collegandosi al sito della Basilica Madonna delle Lacrime (www.madonnadellelacrime.it).
Atto di Affidamento dell’Unitalsi alla Madonna delle Lacrime

O Maria Santissima, Madonnina di Siracusa,
noi della grande famiglia dell’Unitalsi, innamorati di te,
noi che dai giorni della tua lacrimazione a Siracusa
abbiamo asciugato le tue Lacrime,
oggi siamo qui ai tuoi piedi e ti chiediamo la forza di continuare ad asciugare
le lacrime di chi ci sta accanto, di chi porta una croce pesante,
di chi invoca con fiducia la tua dolce consolazione di Madre.

Tu ci conosci, o Madonnina, perché le nostre mete sono i luoghi
che tu hai scelto per manifestarti come Madre nostra:
da Lourdes a Fatima con le tue apparizioni,
dalla Santa Casa di Loreto all’abitazione familiare di Siracusa,
dove ti sei rivelata con il segno delle Lacrime.

Madre nostra, qui in questa città visitata dall’Apostolo Paolo,
fecondata dal martirio di Santa Lucia, bagnata dalle tue dolci Lacrime,
noi dell’Unitalsi desideriamo esprimere a voce alta
la nostra fede in Dio e tutto il nostro amore a te che sei la Madre nostra.

Il tuo tenero Pianto di Madre, dentro le mura di una casa familiare,
ci insegna a vivere i valori veri della famiglia
e ci ricorda che tu condividi con tenerezza le nostre pene e le nostre sofferenze.

Madonna delle Lacrime,
tu conosci i nostri affanni, vedi le nostre lacrime
e, senza parlare, nel silenzio del tuo Pianto
ci ricordi la certa speranza che Dio è nostro Padre,
che il suo Figlio Gesù è morto in croce ed è risorto per noi
e che lo Spirito Santo ci dona la forza dell’Amore.

Oggi siamo davanti a te
e ci affidiamo al tuo Cuore Immacolato e Addolorato:
abbiamo bisogno di te, della tua presenza e del tuo abbraccio di Madre!
Aiutaci a spalancare il nostro cuore alla speranza in una vita buona e vera,
vivendo le sofferenze della vita con il miracolo della tua presenza.

Portaci al tuo Figlio Gesù,
affinché non ci scoraggiamo mai di fronte all’angustia del dolore
e non ci abbattiamo per la fatica quotidiana,
fatta di incertezze per l’assenza del lavoro
e per la paura dell’abbandono negli affanni della vita.

Insegnaci, o Madre buona, a invocare con tutto il cuore il nome di Dio,
così come ci ha detto l’Apostolo San Giovanni
e come con orgoglio è scritto nel nostro Stemma Unitalsiano:
Dio è Amore! Dio è Charitas! Per sempre!
Amen!me=

CONDIVIDI