M5S su proroga manager Asp: “Non si poteva scegliere giorno migliore del 2 novembre”

Palermo. “Per una sanità quasi morta l’assessore alla Sanità Razza e il governatore Musumeci non potevano scegliere giorno più appropriato per assestarle un altro colpo durissimo: la proroga dei commissari per altri 45 giorni, arrivata proprio nel giorno della commemorazione dei defunti”.
Lo affermano i deputati M5S all’Ars, componenti della commissione Salute, Francesco Cappello, Salvatore Siragusa, Antonio De Luca e Giorgio Pasqua (nella foto).
“Non solo – afferma Cappello – non contento di cotanta prodezza, Razza si riserva – così si legge nel provvedimento di proroga – di sostituirli con nuovi commissari”
“Se non lo avessimo letto con i nostri occhi – continua Cappello – avremmo pensato ad una bufala o a una fake news, ma purtroppo tutto ciò è vero e dimostra che avevamo ancora una volta ragione sin dall’inizio. Ad essere ottimisti la nomina dei nuovi manager non potrà avvenire prima del 2019”.
“Auspichiamo – conclude Cappello – che il 25 dicembre non porti doni agli attuali commissari attraverso
un’ ulteriore proroga. Ormai, del resto, alla corte di Musumeci tutto è possibile. Tranne che risolvere i problemi della Sicilia e dei siciliani, ovviamente”.

CONDIVIDI