Vinciullo: “Ringrazio Salvatore Russo per avere tappato la voragine davanti all’Ospedale”

Siracusa. Il sindaco Francesco Italia non interviene e al suo posto lo fa l’ex deputato regionale onorevole Vincenzo Vinciullo che, resosi conto della ampiezza della voragine apertasi per cedimento del terreno e dell’asfalto, in Via Testaferrata, innanzi all’ingresso dell’ospedale Umberto I, ha telefonato ad un appaltatore edile, suo amico personale, chiedendogli la cortesia di riempire la buca di terra e di tapparla con uno strato di bitume.
Poveri noi, siamo messi davvero male. L’Amministrazione comunale, cui spetta fare effettuare i lavori di edilizia urbana per mettere in sicurezza le strade che sembrano tutte piene di buche e crepe, ignora le proteste dei cittadini, ed in particolar modo quelle degli automobilisti e dei centauri che sono costretti a delle vere e proprie gimkane per evitare i fossati.
“Ringrazio Salvatore Russo per avere subito accolto la mia richiesta di tappare la voragine aperta davanti all’Ospedale Umberto I”. Lo dichiara Vincenzo Vinciullo.
L’appaltatore Salvatore Russo, a sua volta, dichiara: “Immediatamente, non appena l’onorevole Vinciullo ha fatto richiesta di collaborazione, mi sono attivato ed oggi, insieme a lui e al Consigliere Comunale Salvatore Castagnino, ci siamo recati sul posto, portando l’asfalto necessario a chiudere la buca ed assicurare così ai cittadini che si recano in ospedale la dovuta sicurezza”.
“Siamo felici, hanno concluso Vinciullo, Russo e Castagnino, per l’intervento realizzato ed anche per come la città ha accolto la nostra manifestazione di protesta nei confronti dell’Amministrazione Comunale, totalmente assente e disinteressata ai problemi della comunità. Chiediamo al Sindaco di visitare i nostri profili sui social network, in modo che potrà rendersi conto di quanti altri cittadini soffrono per le buche selvagge disseminate su tutte le strade comunali”.

CONDIVIDI