Galoppo, uno straordinario Berenson annulla i favoriti e si aggiudica il Premio Mascagni

Siracusa. Ribalta i pronostici uno straordinario Berenson, attore principale del Premio Mascagni, prova di cartello di galoppo all’ippodromo del Mediterraneo. In sella Carmelo Zappulla che, da un capo all’altro, impone il ritmo nei previsti 2100 metri della pista piccola. Di oltre 8 la quota sul vincente, neo allievo di Marcello Restuccia, che trova un successo atteso da tempo. Tenta l’aggancio fin sul traguardo Old Fox che, però, deve farsi bastare la migliore piazza. A chiudere il podio della condizionata per anziani ci pensa Espoir Bere.
Di contorno due apertissimi handicap discendente da 700 mila e 700 euro divise per età. In apertura il Premio Mozart, riservato ai 3 anni. Percorso in salita per Ipernova, la quale con perizia Bossa detta la sua legge sui 1800 metri della pista sabbia. Sì riconferma la linea già tracciata con Word’s of Ice, che giunge alle spalle della vincitrice, ancora allieva di Restuccia. Terza moneta top-weight Star Thoughts. A chiusura convegno, invece, Macho Guest non teme perizia ostica e fa prevalere la qualità. Giuseppe Cannarella fa il minimo sforzo per respingere Faradays Spark, ancora una volta secondo per la terza uscita siracusana. Segue sul podio Cocktail Time, che va a completare la terna del Premio Mascagni dedicato agli anziani.
Quota shock, di oltre 41, per un inaspettato successo di Malese. Daniele Scalora, in regia, confeziona un ottimo finale che non lascia scampo alla Favorita Chicaloca. La terza la conquista Arab Gold. Accadde nel Premio Verdi, seconda in programma, che ingaggia cavalli di 3 anni sulla breve distanza dei 1200 metri della pista piccola.

CONDIVIDI