Augusta, al raduno della Destra Puccio Forestiere dice: “Abbiamo le carte in regola per governare”

Augusta. Nell’auditorium dedicato a Don Paolo Liggeri (il sacerdote augustano prigioniero dei lager nazisti) si è tenuto stasera un incontro, affollatissimo, fra il direttivo del circolo locale di Fratelli d’Italia e i cittadini di Augusta, che saranno chiamati alle urne il 24 maggio, festa del patrono San Domenico. “Dopo vent’anni di malgoverno di centro-sinistra e dopo cinque ani di nullità grillina, siamo pronti a governare la città, dove non abbiamo mai governato, e abbiamo tutte le carte in regola per farlo”, ha affermato Puccio Forestiere, storico leader del circolo intitolato a Ugo Venturini, già consigliere comunale e deputato nazionale nel biennio 1994-’96. Forestiereha ricordato tutte le grandi battaglie per l’ambiente, per la legalità, per il porto, per la base navale, per l’arsenale militare sostenute da lui e dai suoi amici in quasi un cinquantennio dacché il circolo del Movimento Sociale Italiano fu intitolato a Ugo Venturini, un giovane operaio genovese che, il 1°maggio del 1970, fu ucciso con una bottigliata in testa, essendo la bottiglia piena di pietre, sotto il palco dell’allora segretario del partito, Giorgio Almirante, contro cui protestavano per impedirgli di parlare a Genova.
L’avvocato Forestiere ha ricordato la coerenza e la capacità di fare proposte concrete e di saper amministrare con coerenza e competenza. Prima di Forestiere hanno parlato Marco Failla, Giuseppe Napoli, rispettivamente coordinatore provinciale dei giovani e coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia a Siracusa, Salvo Pogliese, già eurodeputato, sindaco di Catania e coordinatore regionale per la Sicilia orientale di Fratelli d’Italia, Vincenzo Inzolia, generale in congedo dei carabinieri, coordinatore cittadino di Fdl con Marco Failla. Quando Pogliese ha fatto il nome di Pietro Forestiere quale possibile candidato sindaco della coalizione di centro destra, si è registrato un lungo spontaneo applauso. L’incontro si è concluso con l’intervento della deputata alla Regione Siciliana Rossella Cannata, che ha sottolineato d’essere la rappresentante all’ARS non solo di Avola, sua città, amministrata dal fratello sindaco, ma di tutto il distretto siracusano, di cui Augusta fa parte.
G.C.

CONDIVIDI