Augusta, Mantinei (Leu) attacca l’Asp e il sen. Pisani: “Muscatello smantellato, vergogna, ribelliamoci”

Augusta. Continuiamo a registrare reazioni di comuni cittadini o di augustani che hanno ricoperto o ricoprono incarichi di pubblico rilievo contro la decisione dell’Azienda Provinciale di Siracusa di attivare all’ospedale “Muscatello” un centro Covid 19, sooprimendo prima il reparto di chirurgia e da lunedì quello di Medicina de iure o de facto. Molti cittadini hanno chiesto e continuano a chiedere una forte presa di posizione da parte del sindaco e del senatore del collegio, entrambi pentastellati, perché questi cittadini temono uno smantellamento definitivo del civico nosocomio – progetto già perseguito da tempo, secondo molti osservatori, che si sta concretizzando in questa circostanza drammatica di emergenza da coronavirus, considerando che ci sono altre strutture sanitarie che potrebbero ospitare centri Covid, quali, per esempio, l’ex clinica Villa Salus “Galatioto” sulla provinciale per Brucoli o lo stesso mega ospedale di Lentini, con circa trecento posti letto, con ingressi separati per indirizzare i pazienti affetti dalla patologia contagiosa. Il consigliere comunale Giuseppe Di Mare stamattina ci ha rilasciato una dichiarazione in cui condanna la scelta dell’ASP, che Di Mare ha denunciato con un esposto alla Procura di Siracusa, e la reazione “furbesca” del senatore Pisani, che, finalmente, ha rilasciato una pubblica dichiarazione. Dopo la pubblicazione del nostro articolo, ci ha chiamato Piero Mantinei, attivista di Liberi e Uguali (LEU), già sindacalista nel comparto area industriale e già assessore comunale alla Solidarietà sociale, che ha inalberato sul balcone della sua abitazione uno striscione in cui esorta i cittadini a ribellarsi contro lo smantellamento dell’ospedale e ci ha rilasciato questo commento in cui censura la scelta dell’ASP e il comportamento del senatore augustano: “In questo grave momento continua in modo irresponsabile lo smantellamento del Muscatello tra la generale indignazione e la colpevole complicità di politici senza scrupoli. Questo senatore augustano, che non ha l’orgoglio di difendere la struttura sanitaria, che tempo fa definiva intoccabile, ora novello don Abbondio pavidamente ne giustifica la scelta scellerata di trasformarla in Covid. Vergogna! Ribelliamoci! Piero Mantinei”. Ovviamente, siamo pronti a concedere il diritto di replica sia all’ASP sia al senatore, se lo vorranno esercitare singolarmente o in solido.
G.C.

CONDIVIDI