Quante scuse per uscire di casa: a Portopalo uomo in groppa al cavallo dice: “lui voleva circolare”

Siracusa. Nonostante i serrati conttolli dei Carabinieri in tutti i comuni della provincia di Siracusa, moltissime persone continuano a violare la consegna di non uscire per strada a meno di indelebili esigenze. I Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa per garantire il rispetto delle disposizioni vigenti hanno elevato numerose contravvenzioni a carico dei trasgressori. Di seguito i casi più emblematici registratisi nella giornata di lunedì 6 aprile: – a Siracusa diversi soggetti sono stati controllati e sanzionati, alcuni mentre si trovavano a passeggio per le vie cittadine, alcuni mentre dialogavano in gruppo. Da segnalare il caso di un soggetto che, sorpreso mentre circolava in una zona molto periferica del capoluogo, ha tentato di giustificarsi dicendo di essere alla ricerca di un distributore automatico di tabacchi, che però in verità nel quartiere era assente, ed ancora quello di un 25enne uscito di casa per svagarsi dopo una discussione con la madre convivente; – a Priolo Gargallo le sanzioni hanno riguardato un giovane di ritorno da casa di un’amica, ed una donna che si era recata in quel comune a bordo della sua autovettura senza valido motivo ; – a Floridia sono stati sanzionati alcuni soggetti trovati a parlare in gruppo in una delle vie principali della cittadina; – a Noto sono state sanzionate due persone trovate a chiacchierare sedute su un muretto di una piazza cittadina; – a Rosolini le sanzioni hanno riguardato due soggetti: uno ha dichiarato di essersi recato a casa del fratello per consegnargli una chiave di un immobile di comune proprietà, mentre un altro, sorpreso a circolare in orario notturno, ha riferito di essere uscito per acquistare un accendino; – ad Avola sono stati sanzionati: alcune persone che si trovavano a passeggiare nei pressi del lungomare e che hanno dichiarato di avere necessità di svagarsi; due 19enni che, controllati a bordo di un’autovettura provenienti da un altro comune, hanno riferito di aver accompagnato in città un amico; una donna, anch’ella proveniente da altro comune della provincia, che ha riferito di essere stata a trovare un’amica; – a Portopalo di Capo Passero sono stati sanzionati: un soggetto perché, sorpreso a circolare, ha riferito di essere proveniente dalla sua tenuta di campagna; un altro, mentre era di rientro da casa di congiunti, ove si era recato senza valido motivo; ed infine una persona sorpresa a circolare sulla pubblica via in sella al suo cavallo, giustificandosi con la asserita necessità di far fare una passeggiata all’animale; – a Pachino, diversi soggetti sono stati controllati e sanzionati mentre stavano passeggiando lungo le vie cittadine; – ad Augusta sono stati sanzionati: una persona sorpresa sulla pubblica via mentre era intenta a lavare la sua autovettura presso una fontana; un altro, che sorpreso a circolare, ha riferito di essere proveniente dal suo fondo agricolo, ove aveva trascorso un po’ di tempo; altri ancora sorpresi a circolare a bordo di autovetture senza motivo valido. – a Sortino e Francofonte alcuni soggetti sono stati controllati e sanzionati mentre circolavano a bordo di autovetture senza motivo valido.
I Carabinieri, quotidianamente impegnati nel garantire la corretta osservanza delle misure di contenimento rammentano che è stato fatto divieto a tutti di circolare se non per “comprovate esigenze lavorative”, “assoluta urgenza” o “motivi di salute” e che le nuove disposizioni di legge prevedono per i contravventori sanzioni da € 400,00 a € 3000,00, da aumentare fino a un terzo se la violazione avviene mediante l’utilizzo di un veicolo e da raddoppiare in caso di recidiva ed evidenziano che nei prossimi giorni con l’approssimarsi delle festività pasquali l’attività di monitoraggio su strada, a tutela della salute dei cittadini, si farà sempre più incisiva.

CONDIVIDI