Rosolini, un tunisino e un marocchino arrestati per tentato furto in un negozio di casalinghi

Rosolini. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Noto, impegnati nell’ambito dei servizi finalizzati al controllo dell’attuazione delle misure urgenti in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid – 19, hanno tratto in arresto Bilel Manai, 31 anni, tunisino e Mustapha Ouppih, 20 anni, marocchino, entrambi già noti alle forze dell’ordine.
In arco notturno i due si erano infatti recati presso un negozio di articoli casalinghi sito lungo la S.S.115 e, dopo aver rotto con una pietra la porta a vetri, vi erano penetrati con l’intenzione di saccheggiarlo. Messi in fuga dall’intervento di personale di un istituto di Vigilanza Privata che si trovava in zona, i due sono stati tuttavia raggiunti dai Carabinieri che li hanno arrestati e condotti in caserma. Al termine delle formalità i due sono stati infine tradotti presso le loro rispettive abitazioni, in regime degli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria aretusea e sono stati altresì sanzionati per la violazione delle norme anti-coronavirus che vietano di circolare senza un valido motivo.

CONDIVIDI