Al pusher che teneva in casa 60 grammi di marijuana il Gip Frau non applica una nuova misura

Siracusa. Non è stata applicata una seconda misura cautelare al detenuto Salvatore De Simone, 35 anni, sorpreso dagli agenti della Squadra Mobile e delle Volanti a spacciare sostanze stupefacenti pur essendo sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari applicatagli nello scorso mese di marzo in quanto accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il Pubblico Ministero Gaetano Bono, a sorpresa, non ha chiesto una seconda misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di Salvatore De Simone, ma ha sollecitato il Gip Carla Frau a ritenere sufficiente la precedente misura cautelare degli arresti in casa e di convalidare soltanto l’arresto dello spacciatore. Il difensore del De Simone, avvocato Junio Celesti, si è associato alla richiesta del magistrato della Procura della Repubblica e il Giudice delle indagini preliminari Carla Frau ha convalidato l’arresto del De Simone e ha ordinato la sua immediata liberazione limitatamente all’arresto operato nei giorni scorsi dagli agenti della Squadra Mobile e delle Volanti. Salvatore De Simone, arrivato con i propri mezzi al Tribunale, ha fatto rientro nella sua abitazione di Via Italia 103 dove dovrà rimanere in regime di arresti domiciliari per l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti di cui si era macchiato nello scorso mese di marzo.
Gli investigatori della Squadra Mobile e gli operatori delle Volanti della Questura di Siracusa alcuni giorni fa hanno effettuato un controllo a Salvatore De Simone, sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, sita in uno dei complessi di edilizia popolare della zona di via Italia 103. Gli agenti hanno bussato più volte alla porta dell’abitazione non ricevendo risposta ma, non appena l’uomo ha aperto la porta, i poliziotti hanno avvertito subito un forte odore di marijuana ed hanno notato, sopra un tavolo, una busta con della marijuana già suddivisa in stecche. Pertanto, i poliziotti hanno operato una attenta perquisizione domiciliare che ha consentito di rinvenire e sequestrare complessivamente 60 grammi di marijuana, parte della quale suddivisa in dosi, un bilancino elettronico di precisione e altro materiale per il confezionamento della droga.
Gli agenti, per il quantitativo di sostanze stupefacente, utile a confezionare oltre 200 dosi, e del valore commerciale della droga di oltre 1000 euro e dei precedenti dell’uomo, recentemente arrestato per i medesimi reati nello scorso mese di marzo, hanno arrestato Salvatore De Simone e posto agli arresti domiciliari. Ma il Gip Carla Frau ha annullato la misura cautelare degli arresti domiciliari per i 60 grammi di marijuana, dicendo che basta ed avanza la misura cautelare degli arresti domiciliari disposta a carico del De Simone nello scorso mese di marzo.

CONDIVIDI