Il Giudice Piccione non applica alcuna misura al detenuto evaso che ha distrutto due braccialetti

Siracusa. Il Giudice Monocratico Federica Piccione ha convalidato l’arresto di Dario Bennici, 40 anni, accusato di evasione dagli arresti domiciliari, ma non gli ha applicato alcuna misura cautelare. Il Giudice Monocratico ha rigettato la richiesta del Pubblico Ministero Tommaso Pagano che aveva sollecitato l’applicazione di una ordinanza cautelare di custodia in carcere per il detenuto. Invece il Giudice Piccione ha condiviso le argomentazioni difensive dell’avvocato Concetta Ceraldi, con le quali ha rappresentato che il Bennici è affetto da una grave crisi depressiva per cui, senza rendersi conto di ciò che fa, si è allontanato dalla propria abitazione dopo aver distrutto per ben due volte il braccialetto elettronico che gli hanno applicato i tecnici della Tim in esecuzione ad un provvedimento del Gip che nello scorso mese di marzo dispose gli arresti domiciliari per il quarantenne con l’uso del braccialetto elettronico in quanto resosi responsabile di una tentata rapina in una farmacia della zona alta del capoluogo. L’avvocato Ceraldi ha prodotto una corposa documentazione medica e anche l’attestazione che Dario Bennici è sotto trattamento sanitario presso il Sert per disintossicarsi dalla droga. In considerazione dei seri motivi di salute di cui è sofferente Dario Bennici il Giudice Monocratico Federica Cappello ha ordinato la sua immediata scarcerazione e ha disposto che, una volta dimesso dalla Casa di Circondariale di Ragusa dove è stato internato a seguito dell’arresto operato dagli agenti delle Volanti della Questura aretusea, gli agenti penitenziari dovranno riaccompagnarlo nella sua abitazione di Via Algeri, per riprendere a espiare la misura cautelare degli arresti domiciliari applicatagli dal Gip per la tentata rapina alla farmacia Bongiovanni. E non è tutto. Il Giudice Monocratico Piccione ha disposto che dal carcere di Ragusa Dario Bennici potrà uscire soltanto quando i tecnici della Tim avranno trovato un nuovo braccialetto elettronico da applicargli.
L’arresto di Dario Benneci è avvenuto nel pomeriggio di giovedì 28 maggio in Piazzale Marconi, ad opera degli agenti di una Volante. I poliziotti lo hanno riconosciuto e lo hanno ammanettato e condotto negli uffici della Questura per redigere il verbale di arresto per il reato di evasione dagli arresti domiciliari. Dario Bennici era in cima alla lista dei detenuti ai domiciliari da controllare poichè, negli ultimi 15 giorni, ha danneggiato in due diverse occasioni il braccialetto elettronico per non osservare la misura degli arresti domiciliari cui era sottoposto. Su disposizione del Pubblico Ministero Tommaso Pagano, gli agenti hanno condotto in carcere il Bennici, il quale è stato rinchiuso nella Casa Circondariale di Ragusa da dove questa mattina, sabato 30 maggio, si è collegato con il Tribunale di Siracusa per la videoconferenza con il Giudice Monocratico Federica Piccione, chiamato a decidere sulla convalida dell’arresto e sulla eventuale misura cautelare da applicargli per il reato di evasione di cui era reso responsabile allontanandosi dalla sua abitazione di Via Algeri per recarsi in piazzale Marconi.

CONDIVIDI