Controlli dei Carabinieri, denunciati due uomini e segnalati alla Prefettura 7 assuntori di droga

Siracusa. Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Siracusa hanno condotto un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato in particolare a prevenire e reprimere il fenomeno della guida in stato di alterazione da assunzione di sostanze alcoliche o stupefacenti, nonché a controllare i soggetti sottoposti a misure di prevenzione e cautelari.
I militari hanno quindi svolto numerosi controlli alla circolazione stradale lungo gli assi viari più trafficati, con particolare attenzione alle località turistiche e balneari, possibile luogo di assembramenti non autorizzati, come l’isola di Ortigia e Fontane Bianche, ed alle zone più degradate della città.
Il servizio dell’Arma aretusea, ha visto impiegate pattuglie automontate ed appiedate che hanno proceduto al controllo di 64 veicoli e 89 persone, elevando diverse sanzioni amministrative per infrazioni al codice della strada, per un totale di oltre 3.800 euro.
Fra le violazioni più riscontrate, la mancata revisione dei veicoli, la mancata assicurazione degli stessi e il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza e del casco alla guida di moto e scooter, da cui deriva il fermo amministrativo per 60 giorni e la decurtazione di 5 punti patente.
Nell’arco del servizio sono stati segnalati alla Autorità Amministrativa competente, quali assuntori, 7 soggetti trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti di tipo marijuana per uso personale per un peso complessivo di circa 3 grammi.
Sono stati altresì denunciati per furto aggravato due siracusani: il primo, un uomo di 30 anni, con precedenti di polizia, individuato quale responsabile della sottrazione, in una piazza centrale di Ortigia, di una borsa ad una cittadina siracusana; il secondo, di 53 anni, per ricettazione, con precedenti di polizia, trovato in possesso di alcuni capi di abbigliamento e di un prodotto elettronico, il cui furto, avvenuto qualche giorno fa in un’abitazione di Siracusa, era stato denunciato dai legittimi proprietari.

CONDIVIDI